Napoli, Sarri: “Abbiamo vinto con pazienza, segno di mentalità giusta”

published at 23:52 in COPERTINA, IN EVIDENZA, NEWS
Napoli, Sarri: “Abbiamo vinto con pazienza, segno di mentalità giusta”

Napoli, Sarri: "Abbiamo vinto con pazienza, segno di mentalità giusta"Maurizio Sarri (lapresse) NAPOLI – Maurizio Sarri si gode il suo Napoli, che batte 3-0 l’Udinese e si avvicina al secondo posto, occupato sempre dalla Roma due punti più su. Insomma, si preannuncia un finale di campionato avvincente per la volata Champions.SARRI: “IL 2° POSTO DIPENDE ANCHE DALLA ROMA” – “Abbiamo fatto bene tutta la partita, anche nel primo tempo. Trovavamo una squadra in salute, ci mancava un pizzico di veleno e di rabbia, ma la partita era in mano nostra e con un po’ di pazienza ne siamo venuti a capo – il commento del tecnico degli azzurri ai microfoni di Premium Sport -. L’Udinese ha fatto undici punti nelle ultime 5 gare, ha pareggiato con la Juve, era una gara complicata: venire a capo così dell’Udinese attuale non era semplice e scontato. Se cadiamo nell’errore giornalistico di pensare che una settimana è più facile perché siamo a 2 punti, un’altra è difficile perché siamo a 4, diventiamo umorali e non va bene. Noi dobbiamo essere bravi partita dopo partita, se siamo bravi ce la faremo. Non dipende solo da noi, la Roma è stata talmente brava che ci è avanti di due punti, nonostante la nostra media punti straordinaria”.
 
“SIAMO IN CRESCITA, ABBIAMO VINTO CON PAZIENZA” – Insigne e Mertens sembrano avviarsi al rinnovo: “Non sono nelle condizioni di chiedere niente, questi due ragazzi sono dei simboli, è giusto che ci siano anche in futuro, altrimenti va considerato chiuso un ciclo”, chiosa Sarri, convinto di avere “un gruppo di ragazzi a posto sotto ogni punto di vista e quindi è facile coinvolgerli in un’idea di gioco; forse a volte lo facciamo anche troppo, quando usciamo dallo spartito ci perdiamo un attimo, ma sono ragazzi con cui lavorare dà grande soddisfazione, e in questo momento mi sembrano anche in crescita di mentalità e personalità. A tratti giocano con un piglio diverso, stasera hanno avuto pazienza quando non riuscivano a sbloccare la partita, bisogna essere fiduciosi anche sulla mentalità di questa squadra”.“NON SERVE FARE TABELLE, PENSIAMO SOLO AL SASSUOLO” – A chi gli fa notare che il Napoli sembra avere un calendario migliore rispetto a quello della Roma nelle ultime sei partite, Sarri ribatte che “le tabelle lasciano il tempo che trovano, è inutile pensarci: dobbiamo pensare al Sassuolo, trasferta difficile e stop. Se si pensa alla voglia di fare punti in tutte e sei le partite ci può sorridere la classifica, la nostra media punti mi sembra straordinaria. Più brillanti ora senza le coppe? Solitamente dopo la Champions non abbiamo fatto malissimo, la media punti è di poco inferiore all’altra. Abbiamo meno giocatori con tantissimi minuti nelle gambe e in questo momento stanno giocando calciatori con un ottimo livello di brillantezza e spero possano continuare così fino alla fine. La vittoria sulla Juve in Coppa Italia aumenta di prestigio dopo la gara dei bianconeri con il Barcellona? Fare un pareggio e una vittoria in tre giorni con la Juve non è semplice per nessuno. Sarebbe stato meglio invertire i risultati visto che la vittoria non è servita a passare il turno ma – conclude Sarri – sono state due iniezioni di fiducia”.
CALLEJON: “ROMA? SIAMO PIÙ VICINI, VEDREMO COSA ACCADRÀ” – “Noi giochiamo per i tifosi, vogliamo fare sempre bene. Abbiamo vinto meritatamente e siamo più vicini all’obiettivo. Sono contento di quello che sto facendo qui a Napoli, dal primo giorno che sono arrivato mi sono sentito subito a casa e voglio ripagare al massimo la fiducia di tutti”. Così Jose’ Maria Callejon, che ha festeggiato con il 10° centro in campionato la 200esima presenza con la maglia del Napoli (per lui prima dell’inizio maglia celebrativa), parlando ai microfoni di Premium Sport a fine gara. “Stimolati maggiormente dal pari della Roma? Noi volevamo avvicinarci un po’ di più alla Roma – ribatte l’attaccante spagnolo -. Adesso siamo più vicini e mancano ancora tante partite e molti punti. Anche loro hanno un calendario complicato e vedremo cosa succederà”.

Questo articolo è stato letto 193 volte

You must be logged in to post a comment Login