Gli interventi di Carmine Tascone, Francesco Manno, Aldo Chiari, Michela Lanza e Sergio Curcio a Radio Punto Zero

published at 16:03 in NEWS
Gli interventi di Carmine Tascone, Francesco Manno, Aldo Chiari, Michela Lanza e Sergio Curcio a Radio Punto Zero
CARMINE TASCONE, talent scout e direttore generale Damiano Promotion, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Il Napoli batterà Fiorentina e Sampdoria ma anche la Roma farà sei punti e dunque concluderà il campionato al secondo posto. Speravo nella Juve ma Allegri mi ha deluso. Complimenti a De Laurentiis che sta blindando tutti i migliori, mi auguro che arrivi al più presto anche il rinnovo di Ghoulam. Sul mercato serve un altro portiere, ad esempio Perin, un difensore centrale e un cursore di centrocampo. Per vincere lo scudetto servono giocatori esperti, uno come Kroos del Real Madrid, ma il presidente continuerà a puntare sui giovani. In porta farei un tentativo per Donnarumma attorno al quale si sta scatenando un’asta. Giuntoli è un dirigente eccezionale, sta sondando 60-70 giocatori”.
 
FRANCESCO MANNO, giornalista di AreaNapoli.it, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Credo poco al secondo posto ma il terzo non sarebbe un problema, il Napoli ha la rosa al completo e può superare i preliminari Champions. Col rinnovo di Insigne e Mertens il Napoli si sta muovendo bene sul mercato. I dettami di Sarri sono stati seguiti dalla società. L’allenatore disse che era necessario confermare i due attaccanti per continuare il ciclo azzurro. Se il Napoli vuole aspirare a vincere qualcosa d’importante deve essere distante da determinate logiche economiche. Vendendo Mertens il Napoli avrebbe fatto una grande plusvalenza, vero, ma sarebbe stato difficile poi confermarsi il prossimo anno. Ovviamente occorreranno altri acquisti sul mercato. Bisogna rinforzare la difesa, le corsie esterne ed acquistare un altro portiere. Stimo Reina ma la sua ultima stagione non è stata esaltante, Szczesny sarebbe il profilo giusto”.
 
MICHELA LANZA, giornalista del Corriere Fiorentino, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Al San Paolo la Fiorentina dovrebbe giocare col 3-4-2-1 con Tatarusanu in porta, difesa con Sanchez, Rodriguez e Tomovic, a centrocampo ci sono diversi dubbi, potrebbero giocare Chiesa e Olivera con Badelj e Vecino in mediana, in attacco Bernardeschi e Cristoforo alle spalle di Kalinic unica punta, con Tello e Babacar possibili sorprese dell’ultim’ora. La Fiorentina ha l’intenzione di ricominciare da zero, proverà ad arrivare al sesto posto e poi ripartirà. Sta già pensando alla prossima stagione quando inizierà un nuovo ciclo a partire dall’allenatore. Per crescere bisogna partire da una rifondazione. Pioli è il prescelto per la panchina ma fino a poche settimane fa l’indiziato principale era Di Francesco, dunque non mi meraviglierei se, alla fine, la Fiorentina andasse su Mazzarri. Qualche tempo fa c’è già stato un sondaggio, è un allenatore che piace molto a Corvino, lo avrebbe portato con sé anche a Bologna. Mazzarri è un allenatore concreto, non bellissimo da vedere ma ottiene sempre grandi risultati. Chiesa sarà una delle certezze del futuro mentre per Bernardeschi la speranza è ripartire anche da lui ma manca ancora l’accordo per il rinnovo”.
 
SERGIO CURCIO, giornalista di PerSempreNapoli.it, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Il Napoli riconcilia con l’idea di sport, di essere realmente più forte degli avversari giocando la partita senza trucchi o sceneggiate, dettagli che, purtroppo, appartengono ai tempi moderni. Molti giocatori hanno acquisito esperienza nel fare i furbetti, l’ultimo di questi è proprio Dybala, un giocatore forte ma che qualche volte esagera e prova a fare tuffi sull’erba per ingannare gli arbitri e questo è mistificante per chi vede ancora nel calcio un pizzico di romanticismo e di capacità di voler dimostrare di essere più forti e più bravi. Esiste un patto tra allenatore e giocatori che ha trovato l’ok silenzioso anche del presidente. De Laurentiis farà uno sforzo, tratterà anche Koulibaly, richiestissimo sul mercato. Tutti si sono detti in grado di poter competere con la Juve nella prossima stagione e questa è una presa di coscienza importante. La squadra è matura sotto la direzione di un allenatore che rimarrà a Napoli perché ha un contratto ma anche perché ha realmente voglia di chiudere il ciclo vincendo qualcosa di importante”.
Fonte: Radio Punto Zero

Questo articolo è stato letto 139 volte

You must be logged in to post a comment Login