Trapani, il sogno salvezza si infrange a Brescia

published at 20:32 in BREAKING NEWS

Il Trapani retrocede in Lega Pro dopo aver perso a Brescia (Getty)

Finisce nella maniera peggiore il campionato del Trapani. Sconfitti dal Brescia, i granata di Alessandro Calori vengono retrocedono in Lega Pro a causa dei risultati che arrivano dagli altri campi. Non bastano i 44 punti conquistati – tanti nella seconda parte della stagione durante una rincorsa che aveva ridato speranza a tutto l’ambiente – i playout non si giocheranno e i siciliani dovranno ricominciare da una nuova categoria. Dalla Serie A sfiorata alla retrocessione, grande rammarico per giocatori e allenatore. Nel post partita anche il direttore sportivo Salvatori ha parlato ai media per manifestando così il dispiacere di tutto l’ambiente. Queste le sue parole.

Le parole di Salvatori

“Contro il Brescia non siamo riusciti a recuperare due gol come successo in altre circostanze – ha detto il ds – la delusione è tanta perché dopo sette mesi di lavoro in cui tutto il gruppo ha spinto al massimo fa veramente male fare i conti con questa classifica che ci condanna. Dando uno sguardo ai risultati delle altre, non so se su tutti i campi le gare siano state tirate come quelle nostre”. Salvatori non ha poi voluto parlare del futuro della società, dei giocatori e della panchina: “Dopo questa partita non è il caso di dire nulla, aspettiamo un po’ poi faremo le valutazioni necessarie. Da quando siamo arrivati io e Calori i ragazzi hanno messo in campo l’anima, forse non sono stati maturi nel momento cruciale del campionato ma se torniamo indietro e guardiamo per esempio alla gara col Cesena il rammarico è ancora più grande. Tutti hanno comunque dato il massimo e sarebbe bastato veramente poco per riuscire almeno a raggiungere i playout per poi giocarci la salvezza in uno scontro diretto”.

Sogno spezzato

Gli sforzi non sono bastati, la sconfitta contro il Brescia in una partita molto intensa ha spento i sogni del Trapani di poter mantenere la categoria. Tutto in un anno, la mancata promozione prima e la retrocessione nella serata di ieri – dopo aver in più di un’occasione sfiorato la salvezza aritmetica. Ora arriva il momento di ricostruire per ripartire dal basso; e il rammarico aumenta se si pensa che dall’arrivo di Calori la squadra era riuscita a trovare la spinta per risalire dall’ultimo posto (con 12 punti in 17 gare) fino al quartultimo, conquistando 30 punti in 24 gare – frutto di 8 vittorie, 6 pareggi e 11 sconfitto e ottenendo il record nel girone di ritorno di gol segnati (32). Un sogno spezzato che si è fermato a Brescia, tra la delusione e l’incredulità di tutti i granata.

Fonte: SkySport

Questo articolo è stato letto 141 volte

You must be logged in to post a comment Login