Spadafora nuovamente pessimista, contagi tra calciatori ancora presenti, difficile pensare alla ripartenza

I nuovi contagi di covid 19 diffusi tra i calciatori di Fiorentina, Milan Sampdoria, nelle ultime 24 ore, certamente non fanno ben sperare in una ripresa del campionato. In merito a questi accadimenti il ministro dello sport Spadafora ha parlato ai microfoni di Seilatv Bergamo. Queste le sue dichiarazioni:

“La notizia di queste ore del ripresentarsi di contagi in alcune squadre di calcio non ci aiuta sicuramente sulla decisione di ripartenza del massimo campionato. Fino a quanto non capiremo quale sarà l’evoluzione sanitaria, non potremo dare una risposta definitiva. La parola d’ordine,  alla luce del recente incontro col Comitato tecnico-scientifico, è stata ‘prudenza. Sono un romantico, penso che questo sport viva grazie alla passione dei tifosi. Immaginare una partita senza tifosi è brutto, se dovesse ripartire il campionato sarebbe sicuramente a porte chiuse e questo sarebbe surreale. Sarebbe meglio stabilire fin da ora come organizzarci in vista del prossimo autunno, dovremmo capire come gestire la passione dei tifosi italiani in un periodo nettamente al fuori della normalità.”.

Commenti