A Cagliari inizia l’era Giulini: Zeman mio pallino da sempre

Tutto nuovo: presidente, allenatore, direttore sportivo. Comincia il post-Cellino dei sardi. Il più giovane presidente della Serie A è carico: Zdenek è un tecnico rivoluzionario, un segnale di nuove idee

Il Cagliari inizia l’era post Cellino. Con il nuovo proprietario Tommaso Giulini, Zdenek Zeman in panchina, il direttore sportivo Francesco Marroccu, tornato nell’Isola dopo un anno in Portogallo e capitan Conti, fresco di rinnovo.

“Sono cinque mesi che va avanti la trattativa con Cellino e che rifletto su questo progetto e non ho mai avuto dubbi che sarebbe andata a buon fine”. Tommaso Giulini esordisce come neo presidente del Cagliari e, accanto a Daniele Conti – capitano rossoblu confermato per un altro anno – e al direttore sportivo Francesco Marroccu, si presenta ai tifosi e dice di essere pronto a iniziare questa nuova avventura. Giulini, ringraziando Massimo Cellino, dice che dall’esperienza interista – era nel consiglio d’amministrazione della squadra – al Cagliari porterà “lo stile, il clima di famiglia che si respira anche nella mia azienda. Il presidente Moratti mi ha sempre ripetuto che l’Inter non è sua ma dei tifosi, ecco questo è quello che voglio tenere sempre ben presente”. Giulini, 37 anni, è il più giovane presidente della serie A, come lo era a 36 anni Cellino quando 23 anni comprò la squadra.

Capitolo allenatore. “Con Zeman abbiamo scelto un progetto: è un tecnico rivoluzionario, un segnale di nuove idee. Rischioso, particolare: ma bisognava dare un segnale. Zeman darà una carica di adrenalina a tutto l’ambiente”, le parole del neo direttore sportivo, Marroccu. Zeman arriverà in Sardegna ai primi di luglio, ma già la prossima settimana i suoi collaboratori saranno in Sardegna per iniziare a “studiare la situazione”. Per il boemo, contratto di un anno.

Capitan Conti. Fresco di rinnovo di contratto il centrale del Cagliari ritroverà Zeman in panchina. “Grande allenatore e grandissima persona. E’ stato il mio tecnico quando ero giovanissimo: speriamo di poter dare grandi soddisfazioni ai nostri tifosi”.

Incognita stadio. C’è l’okay al progetto per il Sant’Elia da 16 mila posti. Ma senza i lavori completati rimane uno stadio da 5 mila spettatori.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 124 volte