Sassuolo, Acerbi: ”Erano anni che non mi sentivo cosi’ bene”

CARPINETI – Il difensore Francesco Acerbi, dal ritiro del Sassuolo, a Carpineti, parla ai microfoni di Sky al termine dell’odierna conferenza stampa, durante la quale ha raccontato la sua “battaglia” contro il cancro ai testicoli.

“CONTENTO DI ESSERE QUI” – “Sono molto contento di essere col gruppo e di poter fare tutto quello che fanno i miei compagni – ha detto Acerbi -. Mi fa molto piacere essere di nuovo a disposizione dell’allenatore. Obiettivi e ambizioni sono tornati: sono qua per lottare per questi. Ho sconfitto questa ‘cosa’; adesso devo fare step dopo step: ci vuole tempo. La Nazionale è sempre il mio un sogno”.

“NON AUGURO A NESSUNO QUELLO CHE HO PASSATO” – Il difensore ex Milan e Chievo ha sconfitto due volte “malattia”, sottoponendosi anche a quattro cicli di chemioterapia. “Non auguro a nessuno di passare quello che ho passato io. Comunque, dopo un tot di mesi, dopo un periodo lungo e stressante, sono qui a parlare con i giornalisti e posso giocare ancora, a grandi livelli. Mi spiace molto invece per le altre persone ‘ammalatè che non hanno avuto la mia stessa fortuna”, ha aggiunto Acerbi.

“HO LA VOGLIA DI UN BAMBINO” – “Noi calciatori siamo privilegiati per il lavoro che facciamo e per le opportunità che abbiamo: certe problematiche possono capitare anche a noi, fanno parte della vita – ha detto ancora Acerbi -. Per fortuna, grazie ai controlli medici continui previsti nel nostro sport, ho preso in tempo la ‘malattia’. L’importante è essere guarito e guardare avanti. Adesso ho ritrovato la grande voglia di calcio che avevo da bambino; anzi, forse è ancora maggiore. Non mi sentivo così bene da tanti anni”, ha concluso il difensore del Sassuolo.

sassuolo calcio

serie A
Protagonisti:
francesco acerbi
Fonte: Repubblica

Commenti