Fiorentina, Della Valle: “Cuadrado via se arriva offerta giusta. Decisione entro Ferragosto”

FIRENZE – “Ho detto a Cuadrado, guardandolo negli occhi, che qui c’è un progetto vincente: proverò a trattenerlo per un altro anno ma non sarà facile. Difficile trattenerlo, non sono molto ottimista. Anche perché se dovesse arrivare un’offerta importante, dovremo lasciarlo andare”. Il patron della Fiorentina Andrea Della Valle è stato chiaro. Per chiudere il lungo giorno dedicato all’incontro con Juan Guillermo Cuadrado, ha deciso di spiegare ai giornalisti (tanti) il responso del faccia a faccia andato in scena al centro sportivo viola. “Sono venuto qui per salutarvi e per aggiornarvi sul caso Cuadrado. Il ragazzo è onesto e serio. Non posso fare percentuali sulle possibilità di una sua permanenza ma posso dirvi che la prossima settimana sarà cruciale per valutare le eventuali offerte che potrebbero arrivare”. Dunque almeno due considerazioni: il colombiano è riconoscente nei confronti del club gigliato che l’ha trasformato in due stagioni in un campione di livello mondiale. Però nei prossimi giorni l’agente del giocatore, Alessandro Lucci, potrebbe raccogliere una proposta quasi indecente sia per la Fiorentina che per la “vespa” 26 enne. Barcellona e Manchester United sono pronte a soddisfare entrambe le parti: almeno 40 mln di euro per il club ed un ingaggio di 3.5 mln al giocatore. Cifre, quest’ultime, che non possono competere con il massimo sforzo intrapreso dal patron Andrea Della Valle: “La trattativa sarà fatta alla luce del sole, comunque: non nasconderemo niente. Se ci sarà la possibilità di trattenerlo lo faremo, anche attraverso un sacrificio da parte mia. La Fiorentina non potrà garantire uno stipendio come altre società potranno fare. Non posso svelare cosa ci siamo detti poco fa ma la società ha già le idee chiare”.

Eppure le speranze per i tifosi viola non si arrestano qui. Anzi: “C’è ancora la speranza per tutti: per i tifosi ma anche per me. Ricordatevi che in passato ci sono riuscito in altre occasioni a trattenere giocatori importanti. E con Jovetic, ad esempio, le cose sono andate come volevo io. Ci siamo dati al massimo 10 giorni per decidere. In passato ho rifiutato anche proposte indecenti ma in mezzo ci sono anche gli ingaggi e su questo, sapete, abbiamo scelto una linea”. Cuadrado si è mostrato comunque sereno e deciso nelle sue intenzioni. Potrebbe rimanere anche alla Fiorentina per un’altra stagione, certo, ma se dovesse arrivare un’offerta da un club spagnolo o inglese non sarebbe facile rifiutarla: ” Lui è stato onesto: se passa un treno, un giovane è difficile che lo lasci passare. Ma lo sa e glielo ho detto: i treni possono anche ripassare. Cuadrado poi mi ha detto che vorrebbe fare il passo decisivo per la sua carriera”. Già, più che legittimo. Ma pensare ad una Fiorentina con Gomez, Rossi e Cuadrado sarebbe il massimo per i sogni dei tifosi viola. Ma perché la Fiorentina si è ritrovata a metà agosto con ancora il nodo del colombiano da risolvere? “Non ci sono stati fino ad adesso grandi movimenti nel calciomercato italiano. I grandi colpi si fanno alla fine, ne sono sicuro”. Della Valle comunque resta ottimista: “Se Cuadrado dovesse partire non ci faremo trovare impreparati. Vedo la Fiorentina immediatamente dietro le prime tre. Potrei alzare l’asticella nel corso delle prossime settimane. Le prossime due settimane saranno fondamentali anche per i nuovi innesti”. Poi precisa la posizione di Alberto Aquilani, che proprio in questi giorni sta trattando il rinnovo di contratto: “Ci ho parlato stamattina e sono ottimista. C’è la volontà da ambedue le parti di mettersi d’accordo”.

La lunga giornata fiorentina era iniziata alla buon ora, con tutti i dirigenti viola che avevano varcato il cancello del centro sportivo già dalle 9 di questa mattina. Prima di tutti Andrea Della Valle, poi il presidente Mario Cognigni, i direttori sportivo e tecnico Pradè-Macia. Alle 9 l’arrivo anche di Cuadrado che, insieme al gruppo, ha sostenuto l’allenamento fino all’ora di pranzo. Un incontro con la dirigenza viola per ribadirsi i concetti. Nel pomeriggio l’altro allenamento. Sempre con Cuadrado in campo. Domani le convocazioni per la tournée spagnola che vedrà la Fiorentina impegnata contro Malaga e Betis tra domenica e lunedì prossimi. Montella stilerà il gruppo dei convocati e, già da quell’elenco, potrebbe arrivare un indizio ancor più certo sul futuro del colombiano. Ancora dieci giorni e Firenze saprà tutto. Barcellona e Manchester attendono alla finestra.
 

serie A

Fiorentina
Protagonisti:
andrea della valle
juan cuadrado
Fonte: Repubblica

Commenti