Maurizio Crosetti: “Nazionale?Speriamo sia l’inizio di una nuova era”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Maurizio Crosetti, giornalista

50.000 biglietti per un dopo Mondiale fa ben sperare, la forza di questo meraviglioso sport è la passione di chi lo ama. Tutto questo sentimento popolare va fatto crescere ed è quello che la Nazionale di Conte proverà a fare sin da subito, da stasera contro l’Olanda. Speriamo sia l’inizio di una nuova era, ce n’è bisogno. Invertire la rotta è possibile, ma è sbagliato pensare che Conte sia un mago che cambi una crisi generazionale profonda. Conte è quell’uomo che però, può trarre il massimo dal materiale a disposizione. Il nostro calcio cambierà davvero quando cambierà chi lo governa e la programmazione sarà più oculata. Se oggi nascesse Maradona, giocherebbe al Chelsea, al Real Madrid o al Barcellona, ma mai riusciremmo a portarlo in Italia. Quell’epoca non tornerà mai più, ma mi auguro che l’Italia possa non essere dietro alla Grecia o al Portogallo”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti