Cesena, Bisoli: “Milan pieno di campioni, ma conosciamo i loro punti deboli”

CESENA – Pierpaolo Bisoli si mostra consapevole che la salvezza va costruita gara dopo gara e, anche se domenica a Cesena arriva il Milan, è convinto di poter fare risultato.”Cercheremo di entrare in campo per dare il massimo e arrivare al risultato, per noi sarebbe importante per la classifica, anche se siamo in linea e forse abbiamo ottenuto di più di quello che ci aspettavamo, perché 4 punti in 4 gare sono tanti”. Il tecnico bianconero, però, non sottovaluta affatto le qualità dei rossoneri di Inzaghi e mette in guardia i suoi: “Il Milan è un po’ inferiore alla Juve. Al livello dei bianconeri forse c’è solo la Roma, ma è comunque una squadra piena di campioni in attacco perché giocatori come Menez, Torres, Honda, El Shaarawy e Bonaventura non ce li hanno in molti. Bisognerà stare attenti ai loro campioni – ha proseguito il tecnico dei romagnoli -, hanno dimostrato che sanno far gol e sono davvero forti nell’uno contro uno”.

Bisoli, però, non ha difficoltà a individuare anche i punti deboli del Milan: “Hanno preso otto gol in quattro partite, cercheremo di metterli in difficoltà su questo. Come sempre cercheremo di fare la nostra partita, ci abbiamo provato anche contro la Juve e ci siamo riusciti bene con Parma ed Empoli. L’unica prestazione deludente è stata quella contro la Lazio”. Il tecnico bianconero chiede poi all’ambiente di non lasciarsi influenzare troppo dai risultati che arrivano domenica dopo domenica: “La nostra forza dovrà essere dimenticare in fretta le vittorie e le sconfitte. Non bisogna né esaltarsi né abbattersi in base al risultato – ha spiegato l’allenatore del Cesena -. Dobbiamo avere equilibrio, sia noi che l’ambiente che ci circonda. Non servono i picchi di euforia e di depressione. Non dimentichiamo che siamo un gruppo che viene da una promozione ottenuta ai play-off e che sono arrivati giocatori che si devono ancora integrare. Sappiamo che non sarà facile, ma lotteremo sempre”.

cesena calcio

serie A
Protagonisti:
pierpaolo bisoli

Fonte: Repubblica

Commenti