Volley – Il Centro Ester U16 trionfa al primo trofeo Città di Roma

Festa grande in casa del Centro Ester per la straordinaria impresa della formazione under 16 allenata da Consiglia Crescente, che si è aggiudicata il primo Trofeo Città di Roma – XI Memorial Antonio Di Berardino, prestigioso torneo giovanile organizzato impeccabilmente dalla Apd Nautilus con il patrocinio di Regione Lazio, Municipio X di Roma Capitale, Coni, Federvolley ed Ail e disputato lo  scorso 27-28 settembre nei palazzetti dello sport di Ostia ed Acilia.

Percorso netto per le giovani esterine, che hanno dominato la  competizione sbaragliando una agguerrita concorrenza ed imponendosi con merito nella finalissima sulla  Asd Sports Team. Terzo posto  finale per il Volley  Fiumicino, quarto per Roma 15. Enorme la soddisfazione in tutto l’entourage rossoblu per l’ennesima affermazione di una formazione del vivaio, impreziosita tra l’altro dal riconoscimento assegnato ad Elisabetta D’Apice, nominata miglior giocatrice del torneo. Per tutte le protagoniste dell’impresa il ricordo di una due giorni che ha consacrato i valori dello sport e della pallavolo in  particolare, e che ha consentito al giovane gruppo partenopeo di assistere dal vivo ad una performance Mondiale della Nazionale più napoletana di sempre, sognando magari di ripetere le gesta di Antonella Del Core, partita dal PalaDennerlein e diventata un monumento del volley italiano.

Giunto all’undicesima edizione, il Memorial di Berardino (da  quest’anno 1° Trofeo Città di Roma) è un appuntamento dedicato al ricordo di Antonio Di Berardino, un grande allenatore che è riuscito a trasmettere in tutti quelli che lo hanno conosciuto un sano entusiasmo per la pallavolo e il rispetto per i valori morali dello sport, coniugando l’intensità degli allenamenti ad una umanità vera fatta di buon umore e insegnamenti, con cui ha formato tante ragazze sotto il profilo tecnico, atletico e psicologico. Ospite della giornata finale il fratello Lorenzo.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!