Tascone: “L’uomo partita? Marek Hamsik, tra i pali Reina avrebbe fatto ancora la differenza”

CARMINE TASCONE, talent scout e presidente Damiano Promotion, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Mi dispiace molto per l’infortunio di Gargano che, finora, era stato il migliore del Napoli. Nonostante le difficoltà ambientale, il centrocampista uruguagio ha lavorato sodo ed in punta di piedi ha convinto Benitez a puntare su di lui. In questo momento e per quello che abbiamo visto finora, Gargano è un giocatore insostituibile ed il Napoli perde molto non potendolo schierare contro l’Inter. Penso che non vedremo una bella partita perché la posta in palio, per l’una e per l’altra squadra, è fin troppo alta. Mazzarri è stato fortunato ad avere la sosta a disposizione prima di scendere in campo contro il Napoli perché ha potuto ricompattare l’ambiente e stringere intorno a se tutta la squadra. Credo che l’ex tecnico partenopeo abbia più nemici fuori dallo spogliatoio che all’interno. Dobbiamo anche dire che alcuni giocatori nerazzurri, molto forti, hanno fatto degli errori banalissimi che non si fanno nemmeno nelle scuole calcio. Hamsik può essere l’uomo partita, anche perché credo che la gara possa essere risolta dal colpo di un grande giocatore. Vorrei dire un’ultima cosa: spero di non sentire più frasi del tipo “il Napoli ha fatto bene a non puntare più su Pepe Reina”. Il portiere spagnolo è stato il vero leader del Napoli e tra i migliori in assoluto e resta uno dei portieri più forti al mondo, pur facendo il dodicesimo al Bayern Monaco”.

Commenti