Palermo-Chievo 1-0, l’ex Rigoni fa respirare Iachini

PALERMO – Alla nona giornata è forse azzardato parlare di spareggio salvezza, però numeri alla mano Palermo-Chievo era comunque un incrocio dai risvolti significativi in classifica. A spuntarla, alla fine, dopo un match più all’insegna delle buone intenzioni e della paura (pochissime le occasioni da rete nitide, degne di tal nome) sono i padroni di casa, che devono ringraziare Luca Rigon, autore dell’eurogol che a una decina di minuti dal 90′ rompe l’equilibrio. Il gol dell’ex, dunque, condanna un Chievo tutto sommato ordinato e capace di concedere pochi spazi ai rosanero, nell’intento di uscire dal ‘Barbera’ con un risultato utile che alimentasse il proprio inseguimento a posizioni di classifica meno preoccupanti. Invece il piano sfuma e Rolando Maran deve ingoiare il secondo amaro boccone di fila sulla panchina veronese, anche in questo caso arrivato nel finale di gara come contro il Genoa. E adesso il testa a testa di domenica con il Sassuolo è davvero da non sbagliare.

UN SUCCESSO CHE E’ BOCCATA D’OSSIGENO PER IL PALERMO DI IACHINI – Respira invece il Palermo e con lui il tecnico Beppe Iachini che, nonostante le dichiarazioni di facciata, in caso di mancato successo rischiava che la pazienza del patron Zamparini si esaurisse. La tensione era palpabile sul volto dell’allenatore, ma anche in campo nella frenesia con cui spesso i suoi calciatori tentavano giocate o combinazioni. E la corsa di Rigoni e compagni ad abbracciare proprio il loro grintoso timoniere, una volta sbloccato il match, è stata più eloquente di tante parole. Ma pur lasciando il terzultimo posto,è tutt’altro che tranquilla la posizione della squadra siciliana, chiamata ora a trovare continuità per uscire davvero dalle paludi. Anche se il calendario con la trasferta di domenica in casa del Milan non aiuta di certo…

BARDI E SORRENTINO ATTENTI NELLE UNICHE DUE OCCASIONI DEL PRIMO TEMPO – Dopo un avvio di gara in cui il Chievo sembra più a suo agio, i padroni di casa salgono d’intensità e si rendono pericolosi con una conclusione di Morganella che Bardi riesce a mettere in angolo. Dalla parte opposta, appena passata metà tempo, Maxi Lopez assiste Schelotto che entra in area, provvidenziale e anche rischiosa l’uscita di Sorrentino (il grande ex in casa rosanero di questa sfida) che gli toglie il pallone dai piedi. E il portiere dei siciliani fa ancor meglio al 34′ opponendosi in volo a un’improvvisa conclusione al volo di Birsa di sinistro.

TRAVERSA DI DYBALA, GOL ANNULLATO, POI CI PENSA L’EX RIGONI – Non cambia granché il copione nella ripresa e al 21′ Palermo vicino al vantaggio: cross di Vazquez e colpo di testa di Barreto sul quale Bardi si oppone d’istinto, sul proseguo sventola di sinistro di Dybala che si stampa sulla traversa. Il gol è nell’aria e a metà frazione Belotti colpisce di testa in mischia su angolo e Bardi manca l’intervento, ma su segnalazione dell’assistente di porta Peruzzo ravvisa una carica sul portiere. Al 36′ il gol partita, che sa di liberazione per il ‘Barbera’: Dybala viene anticipato di testa all’altezza del dischetto, sulla corta respinta al limite interviene Rigoni in scivolata che di destro infila il pallone nell’angolino alla sinistra di Bardi. In pieno recupero occasionissima per Quaison che davanti a Bardi mette il pallone fuori, mentre Sorrentino si fa trovare pronto sul tentativo da fuori di Hetemaj.

PALERMO – CHIEVO 1-0 (0-0)
PALERMO (3-4-1-2): Sorrentino 6.5; Munoz 6, Gonzalez 6, Andelkovic 6.5; Morganella 5.5, Rigoni 6.5, Barreto 6.5, Lazaar 6 (28’ st Emerson sv); Vazquez 6.5 (33’ st Quaison sv); Dybala 6 (38’ st Bolzoni sv), Belotti 6.5. (1 Ujkani, 3 Pisano, 10 Joao Silva, 11 Makienok, 14 Della Rocca, 18 Chochev, 19 Terzi, 23 Feddal, 25 Maresca). All.: Iachini 6.5.
CHIEVO (4-4-2): Bardi 6.5; Sardo 5, Dainelli 6, Zukanovic 6, Frey 6.5; Schelotto 5.5 (23’ st Biraghi 5.5), Cofie 5, Hetemaj 5.5, Birsa 6.5 (39’ st Pellissier sv); Meggiorini 5.5, Maxi Lopez 5.5 (32’ st Paloschi sv). (1 Bizzarri, 90 Seculin, 5 Gamberini, 6 Kupisz, 7 Lazarevic, 12 Cesar, 26 Edimar, 63 Bellomo, 84 Mangani). All.: Maran 6.
ARBITRO: Peruzzo di Schio 6.
RETI: nel st 36’ Rigoni (P).
AMMONITI: Sardo (C ), Dybala (P), Rigoni (P) per gioco falloso.
ANGOLI: 4-3 per il Palermo.
RECUPERO: pt 1’, st 4’
SPETTATORI: 13.985 per un incasso di 150.047,00 euro.

Fonte: Repubblica

Commenti