Spagna – inchiesta fisco, Indagini sui big della Liga

Dopo Leo Messi, altri big della Liga spagnola sono finiti sotto la lente del fisco spagnolo che vuole vederci chiari sui diritti d’immagine dei tanti fuoriclasse che giocano nel campionato spagnolo. Stando a quanto riportato oggi da “El Mundo”, il fisco spagnolo ha messo sotto inchiesta le tante società create per lo sfruttamento dei diritti d’immagine dei tanti campioni iberici, da Casillas a Sergio Ramos, da Iniesta a Xavi, per finire a Piquè o Xabi Alonso (oggi al Bayern). La legge spagnola (é del ’96) prevede che i calciatori possono percepire fino al 15% del loro ingaggio dai club attraverso i diritti d’immagine, ma questa quota ha una tassazione (30%) assai più bassa rispetto al restante 85%, che paga invece tasse del 52% (il 56% in Catalogna). Secondo il fisco, le società create ad hoc per la gestione di questi diritti non svolgono alcuna attività reale ma sarebbero solo delle coperture fiscali. ‘El Mundo” precisa comunque che al momento non viene ipotizzato alcun “reato fiscale” e nella peggiore delle ipotesi i calciatori ‘pizzicatì sarebbero chiamati solo a pagare la differenza (22 o 26 punti) degli ultimi quattro anni. Un giocatore del Real o del Barca, è l’esempio portato dal quotidiano spagnolo, che guadagna 6 milioni netti l’anno, sarà in pratica chiamato a sborsare un conguaglio di 1,5 milioni.

fonte – il corriere dello sport

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!