Inzaghi studia un tiro… Mancini: un Milan a sorpresa

In vista del derby l’allenatore rossonero sta provando varie soluzioni tattiche per cogliere impreparata l’Inter. SuperPippo potrebbe optare per Torres con Menez alle spalle, oppure tornare al solito 4-3-3. Per Abate e De Jong si deciderà all’ultimo

Effetto sorpresa. Al Milan è in atto il ribaltone. Più che subirlo dall’Inter, dalla nuova Inter del Mancio, così come temuto a inizio settimana, dalle parti di Milanello vorrebbero capovolgere tutto e provare a sorprendere l’Inter. Difficile ma non impossibile. Pippo Inzaghi ha già avviato i casting per l’11 anti-Inter. Tante prove e tanti giocatori provati. Si è partiti dal 4-3-3 fino ad arrivare alla soluzione che al momento sembrerebbe convincere di più. Chiamatelo 4-4-1-1, chiamatelo 4-2-3-1, ma Pippo sta pensando seriamente ad un nuovo Milan. Un Milan che possa piacere al presidente e possa spiazzare l’Inter. Prove. Al momento solo quelle. Ma con Torres e Menez dentro, uno pochi metri più avanti dell’altro, e poi Bonaventura a destra ed El Shaarawy a sinistra con Rami a destra in difesa al posto di Abate e Essien in mezzo al posto di De Jong.

Insomma dal centrocampo in su il Milan del secondo tempo di Genova con Honda fuori e con lo spagnolo davanti. Tentare di stupire. Nulla è scontato. Pippo infatti potrebbe ripensare al ritorno al 4-3-3, inserire il giapponese e mettere fuori uno tra Menez e Torres. Ma la voglia di stupire c’è. La stessa che ha Berlusconi, che nonostante l’uveite nelle prossime ore sarà a Milanello. Proverà a caricare Inzaghi e ambiente. Ambiente che ancora aspetta di capire se Abate e De Jong saranno o meno del derby. Passano i giorni, calano le possibilità ma la speranza ancora c’è. Difficile, non impossibile. Come questo primo vero derby di Pippo Inzaghi.

Fonte: SkySport

Commenti