Lucariello: “Napoli, il problema è sempre lo stesso, ho una domanda da porre a tutti…”

GIANFRANCO LUCARIELLO, giornalista, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Il Napoli si è fatto pressare perché la Samp ha espresso maggiore solidità. Se scendiamo nei particolari, poi, il problema è sempre lo stesso, il centrocampo: se hai giocatori di grande qualità e personalità sai uscire meglio da certe situazioni. Il gol di Eder sarà stato anche bello, ma ha fatto anche il comodo suo tra quattro azzurri che, invece, avrebbero dovuto impedirgli il tiro. È vero che Higuain ha sbagliato un paio di occasioni, ma non si può pretendere dall’argentino di buttarle tutte dentro, soprattutto se ne ha una ogni ora. Il fatto che il Napoli abbia tirato zero volte in porta nel primo tempo, la dice lunga delle difficoltà degli azzurri con la Samp. Alla luce delle ultime partite, devo esaltare ed elogiare ancora di più Lorenzo Insigne, che, stiamo vedendo, era il valore aggiunto del Napoli. Comunque, mettiamoci una pietra sopra, in particolare sul primo tempo e teniamoci stretti la reazione dopo il vantaggio dei doriani ed il pareggio di Duvan, che consente agli azzurri di tenere il terzo posto. Una domanda: come mai non sono stati accordati due rigori sacrosanti agli azzurri? Benitez ha fatto bene a lasciare in panchina Mertens perché con il tipo di infortunio che ha subito non si scherza, poi, personalmente, credo renda di più quando entra a partita in corso. Non possiamo discutere sul fatto che il presidente della Sampdoria Ferrero non sia un personaggio”.

Mariano Potena – PianetAzzurro.it

Commenti