Inzaghi: “Berlusconi mi è vicino. Mi hanno dato tempo”

Alla vigilia della trasferta con la Lazio, l’allenatore del Milan ammette che la squadra sta attraversando un momento difficile: “Ma nessun ultimatum”. A Milanello è arrivato come di consueto il venerdì anche Silvio Berlusconi
I momenti  di gloria sono lontani, ora ci sono quelli difficili e non lo sa solo Filippo Inzaghi. “Il presidente è tutta la settimana che mi chiama due volte al giorno – dice l’allenatore rossonero – c’è la sua vicinanza e quella della società in un momento difficile. Con questi presupposti e la fiducia sono sicuro che ne usciremo al più presto” ha dichiarato Inzaghi alla vigilia della trasferta con la Lazio e a chi gli ha domandato se c’è ancora tempo ha risposto: “Sì c’è, me lo stanno dando”.

“Sono convinto che si vedrà un Milan con la bava alla bocca. Non so se basterà per vincere ma sarà cosi'”. Filippo Inzaghi ha fiducia nella sua squadra alla vigilia di una sfida sfida che lui però non definisce decisiva. “Dalla prima partita che ho giocato quando avevo 12 anni, nessuna è decisiva, sono tutte importanti – ha spiegato l’allenatore -. Sarà difficile ma bella. Nulla è compromesso, la posizione di classifica non ci impedisce alcun traguardo e possiamo andare in semifinale di coppa Italia. Per l’unione che vedo dentro e fuori dalla squadra, ne usciremo presto. A volte basta una scintilla”.

Berlusconi era a Milanello per la consueta visita del venerdì e per l’occasione aveva invitato a pranzo Tarak Ben Ammar, arrivato nel centro sportivo pochi istanti dopo l’atterraggio dell’elicottero del presidente del Milan. E’ stato lo stesso imprenditore franco-tunisino ad annunciare ieri sera l’invito ricevuto dall’ex premier. Ben Ammar, produttore cinematografico e finanziere vicino alla famiglia Berlusconi  ha rivelato di aver ricevuto un sms dal figlio diciannovenne, tifoso milanista, che gli chiedeva di dire al presidente rossonero di “cacciare Inzaghi”.

Prosegue infine Inzaghi: “In questa settimana la squadra l’ho vista bene, i giocatori si sono  allenati al meglio e spero diano sul campo quello che ho visto io. E’ una vigilia importante, vogliamo giocare per rifarci. Conosco solo una parola: quella del campo. Dobbiamo dimostrare sul terreno di gioco, le chiacchiere contano poco, affrontiamo la Lazio due volte, sabato in campionato e martedì in Coppa Italia, sono partite difficili ma belle”.

Fonte: SkySport

Commenti