Lucariello: “L’ obiettivo del Napoli è il 2° posto, mai fidarsi però di chi sta alle spalle”

lucarielloGIANFRANCO LUCARIELLO, giornalista, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Il Napoli attraversa un momento straordinario, ma deve fare molto di più. Higuain è diventato il leader della squadra, Hamsik, finalmente, sta mostrando segnali di ripresa e la squadra lotta in ogni partita contro qualsiasi avversario. L’obiettivo è il secondo posto che, con queste premesse, può essere raggiunto. La generosità e l’umiltà di Gargano devono essere riconosciute ed ammirate, anche alla luce di quanto sta facendo sul campo. Mai fidarsi però, di chi sta alle spalle, anche se le distanze si allungano come in questo momento. Non riesco a capire le proteste della Lazio e la reazione di Marchetti dopo il fallo da rigore e da rosso, che ha deciso il match con il Genoa. Ci sono dei giocatori che hanno accompagnato l’ascesa del Napoli nel calcio italiano ma che ora non sono più adeguati alle ambizioni ed alla forza della squadra, quindi, se vuoi competere ai massimi livelli hai bisogno di giocatori di altissima qualità se non vuoi o puoi permetterti i top player. Per quanto riguarda la qualità dei giovani calciatori campani è un vecchio discorso, sicuramente il vivaio azzurro andrebbe supportato meglio, con strutture e alleanze, ma anche con più risorse finanziarie per evitare quanto accade domenica dopo domenica, quando vediamo campioncini della nostra terra mettersi in mostra con altre squadre. Allan lo porterei a Napoli di corsa, prima che altri ci mettano gli occhi su ed il costo cominci a lievitare. Il rapporto con Ottavio Bianchi è stato un po’ tormentato ma aveva una qualità in particolare, sentiva il sentimento napoletano con la testa del bergamasco”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 342 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!