Teramo aggancia la vetta, l’Ascoli scivola a Prato

GIRONE B. La capolista sconfitta 3-1 al Lungobisenzio, ne approfittano i Diavoli che raggiungono il Picchio a quota 47. Reggiana e Pisa inseguono, in coda vittoria rocambolesca di San Marino

Aggancio! L’Ascoli scivola sorprendentemente a Prato e si lascia agganciare dal Teramo, con Reggiana e Pisa pronte ad unirsi alla festa.

La capolista cade 3-1 sul campo dei Lanieri. Nel primo tempo i padroni di casa si fanno preferire e passano in vantaggio con Bocalon al 40′: l’attaccante scuola Inter è abile a mettere in rete in mischia. Nella ripresa arriva il raddoppio di Fanucchi con un missile dal limite dell’area che si infila all’angolino basso. L’Ascoli reagisce e accorcia le distante con Perez che prima fallisce il tiro dal dischetto (nell’occasione espulso Cavagna), ma poi è rapido a ribattere in rete. Con gli ospiti alla ricerca del pareggio arriva la rete del 3-1 di Urso, con un destro dalla distanza. Ne approfitta il Teramo che vince la battaglia casalinga con il Santarcangelo cui non basta la doppietta di Guidone. Ospiti sempre all’inseguimento: Teramo avanti con un colpo di testa di Caidi, pareggiato prima dell’intervallo da Guidone. Nella ripresa ancora avanti i padroni di casa con l’incornata di Lapa su assist di Donnarumma. Dieci minuti più tardi l’attaccante partenopeo mette a segno una delle reti più belle di giornata con un delizioso pallonetto. A 15′ dalla fine ancora un colpo di testa di Guidone per riaprire il match, ma i Diavoli resistono all’assalto finale e aggangiano la vetta.

Proseguono nella rincorsa anche Reggiana e Pisa. I granata superano 2-0 al Tricolore il Pontedera grazie alla rete di rapina di Angiulli e ad una punizione perfetta di Giannone. Ai nerazzurri basta la prima rete stagionale di Sini a metà della ripresa per avere ragione del Pro Piacenza. Nella giornata delle vittorie casalinghe gioscono anche l’Ancona, che torna alla vittoria dopo due punti nelle ultime tre gionate, Lucchese e il fanalino di coda San Marino, che aggancia all’ultimo posto il Pro Piacenza. I marchigiani superano 2-1 la Carrarese grazie alle reti del primo tempo di Tavares e Paponi. Per gli ospiti, in dieci dal diciottesimo, gol della speranza di Cellini quando ormai però è troppo tardi per tentare la rimonta. Al Porta Elisa la Lucchese batte 2-0 la Spal con una rete per tempo di Mingazzini e Lo Sicco, mentre il San Marino supera a sorpresa l’Aquila al termine di una partita rocambolesca: ospiti in vantaggio con Pozzebon che tutto solo a centro area è libero di colpire di testa, nella ripresa in 8 minuti Cuffa dai 25 metri e Sensi di testa ribaltano il risultato. Al 72′ Del Pinto pareggia i conti sugli sviluppi di un calcio di punizione ma ad un minuto dala fine ancora Sensi con un gioiello mancino regala l’ultima gioia ai suoi, prima di venire espulso per doppia ammonizione. Al 94′ ultimo brivido, ma il pareggio ospite è annullato per una evidente posizione di fuorigioco. Pareggiano 1-1 Savona-Gubbio (Marconi pareggia nel finale l’iniziale vantaggio ospite di Mancosu) e Forlì-Grosseto (Docente nel primo tempo per i padroni di casa, Fofana nella ripresa per gli ospiti), unica vittoria esterna di giornata è il 2-0 della Pistoiese sul campo del Tuttocuoio (autorete di Colombini e Vassallo) con relativo sorpasso in classifica.

Fonte: SkySport

Commenti