La Samp spegne il Cagliari: prima gioia per Eto’o

Importante successo casalingo per Sinisa Mihajlovic, che raggiunge la Fiorentina e tallona la Lazio (impegnate l’una contro l’altra nel Monday Night). A segno De Silvestri e l’attaccante camerunense: 2-0

SAMPDORIA-CAGLIARI 2-0
33′ De Silvestri, 72′ Eto’o

Guarda la cronaca del match

Mihajlovic contro Zola, due maghi delle punizioni quando scendevano in campo, in cerca della bacchetta magica ora che sono in panchina. Vista la concorrenza, l’accesso diretto all’Europa per i blucerchiati non è meno avvincente della salvezza che cercano i sardi. L’anticipo della 26.a giornata di campionato diventa quindi una sfida delicatissima, in cui per i padroni di casa il successo significherebbe agganciare (seppur momentaneamente) la Fiorentina al quinto posto, mentre per il Cagliari anche un punticino ottenuto in trasferta sarebbe di grande valore per uscire dalle sabbie mobili.

E forse si fa decisivo il fattore casa, perché a Genova la spunta la Samp, ma non senza soffrire. I sardi si presentano con una statistica poco incoraggiante: subiscono gol da 10 partite consecutive, mentre la Samp ha trovato il gol nelle ultime 8. Eppure sono gli uomini di Zola ad andare vicino al vantaggio per primi: una gran parata di Viviano su Longo al 23′ nega la rete all’attaccante preferito a Cop. Ma dieci minuti più tardi è De Silvestri a colpire letalmente: calcio d’angolo e stacco di testa del terzino cresciuto nella Lazio, lasciato solo dalla colpevole difesa rossoblù.
Nella ripresa la Samp pecca di concentrazione e gli ospiti prendono in mano le redini del gioco. Ma quando c’è da andare al sodo è sempre la squadra di casa a comandare: a venti minuti dalla fine Obiang impegna Brkic, che riesce ad evitare il raddoppio, ma soltanto per poco. Il gol della sicurezza arriva da Samuel Eto’o, che vuole immortalare la sua prima gemma in blucerchiato impugnando una fotocamera.
Zola nell’ultimo quarto d’ora prova il tutto per tutto inserendo Husbauer per Crisetig, facendo debuttare il ceco, ma il Cagliari perde ogni speranza rimanendo in dieci per l’espulsione di Avelar.
A dodici gare dal termine è ancora presto per fare i conti, ma se l’Atalanta dovesse fare punti a Parma per i sardi si farebbe davvero dura. Sabato prossimo contro l’Empoli Zola dovrà dare un segnale di ripresa, a partire dalla difficoltà di trovare il gol.
Per Sinisa invece splende il sole: la classifica parla chiaro, se il Napoli dovesse inciampare con l’Inter si potrebbe parlare di terzo posto…

Fonte: SkySport

Commenti