Napoli, Benitez si tuffa nell’atmosfera dell’Europa League. E sul futuro apre alla Francia

NAPOLI – L’atmosfera lo ha sempre esaltato, non a caso Rafa Benitez viene soprannominato il Re di Coppe. Ne ha vinte dieci in carriera tra Valencia, Liverpool, Inter e naturalmente Napoli. Vietato, dunque, sottovalutare l’Europa League. Il tecnico spagnolo ha ritrovato oggi la sua squadra al centro tecnico di Castel Volturno e ha archiviato il 2-2 con l’Inter chiedendo al gruppo una reazione immediata giovedì con la Dinamo Mosca. Il calendario fitto, da un lato, è positivo: non si potrà rimuginare più di tanto sulla rimonta, la terza al San Paolo, subita dagli azzurri che ha complicato la corsa Champions considerando l’aggancio della Lazio al terzo posto. Se ne parlerà da venerdì. La priorità è disputare una grande partita per ipotecare la qualificazione ai quarti di finale.

Queste sfide, del resto, piacciono a Benitez che ha anche spiegato il motivo in una lunga intervista concessa a France Football: “Per vincere un campionato c’è bisogno della squadra migliore. Serve un 11 base valido e tanti ricambi di livello: si gioca tutte le settimane nell’arco di nove mesi. Io ho sempre avuto buone squadre, ma non le più forti. Tutto questo è legato alla potenza economica del club. L’unica chance è fare tutto alla perfezione e sperare  che le big non si esprimano al loro livello. Ho vinto due campionati al Valencia perché Barcellona e Real hanno commesso degli errori”. Nelle Coppe è diverso: “La minor qualità si può compensare con l’astuzia tattica”. Ecco perché il Napoli proverà a fare strada nella competizione.

LE SCELTE – Miguel Angel Britos e Christian Maggio hanno lavorato in gruppo: sono entrambi recuperati. Benitez deciderà domani se schierarli o meno dal primo minuto. Potrebbe avere una chance Jorginho, scalpitano invece Gabbiadini e De Guzman. Ballottaggio anche tra Higuain e Zapata.

UN FUTURO IN FRANCIA? –L’argomento caldo è sempre relativo al suo futuro. Rafa Benitez non ha ancora sciolto le riserve sulla permanenza a Napoli. A France Football non esclude un approdo in Ligue 1: “Per ora sono a Napoli, non so cosa potrà accadere dopo. I giornalisti inglesi e spagnoli mi chiedono di eventuali club nei loro paesi. Ho allenato in Spagna, in Inghilterra e in Italia. Non avrei alcun problema a provare un nuovo campionato, se ci fosse l’offerta giusta al momento giusto e con la squadra giusta. Ho studiato il campionato francese, il livello è buono”. Qualche tempo fa si è parlato di un interessamento del Psg, ma De Laurentiis spera ancora di spuntarla.

ssc napoli

europa league
serie A
Protagonisti:
rafael benitez
Fonte: Repubblica

Commenti