Fiorentina, Montella volta pagina: ”Napoli in difficoltà? Approfittiamone”

FIRENZE – Con ancora nella mente quel 3-0 rifilato dalla Juventus al Franchi. Ma con la voglia di rialzarsi immediatamente, presentandosi a Napoli affamati e convinti di poter ancora competere per il terzo posto in classifica. La Fiorentina è stata ferita nell’orgoglio. Buttata fuori di strada ad un passo dalla finale di coppa Italia. In casa, contro i bianconeri. Per Vincenzo Montella, però, è tempo di voltare pagina: “Per me è già una gara archiviata quella di martedì, non parliamone più. Pensiamo a domani”. Il Napoli certo non è nel suo momento migliore: “Sono forti ma stanno attraversando un momento particolare e noi dobbiamo approfittarne”. D’altronde i viola nelle ultime stagione spesso hanno violato il San Paolo. Proprio dopo un’eliminazione pesante: “Si, però temo il loro orgoglio. E poi l’ambiente, che sarà vicino alla squadra in questi momenti. Anche noi però dovremo avere orgoglio ed intelligenza. Dovremo essere bravi ad indirizzare la partita a nostro favore, fronteggiandoli soprattutto all’inizio”. Una gara di carattere, di reazione. Il cammino in campionato prosegue, certo, ma resta aperto anche il fronte Europa League con i quarti di finale contro la Dinamo Kiev. Fiorentina stanca? “Non fisicamente. Dovremo avere fame e scegliere cosa mangiare, stando attenti”.

DELLA VALLE DISPIACIUTO – I Della Valle sono vicini alla squadra in questo momento cruciale della stagione: “Con Della Valle abbiamo riparlato anche oggi ed era dispiaciuto per la sconfitta di martedì. Forse pensava di essere già in finale, come noi”. E Con Diego? “C’è grande stima reciproca e ne sono molto felice”. Poi Montella scende nel dettaglio dei singoli giocatori, facendo il punto in previsione di domani: “Babacar non si è allenato e non sarà disponibile”. Per il senegalese un sovraccarico al tendine quadricipitale. Dunque spazio ancora a Gomez. Ecco, lo farebbe uno scambio alla pari con Higuain? “Non faccio fantacalcio, nemmeno con gli amici. Mi tengo Mario”. Poi c’è la questione portieri, con Tatarusanu che sta tornando e Neto sempre in forma: “Vado avanti con Neto, anche perché Tata non sta benissimo”. Martedì si è sentita tantissimo l’assenza di un vero regista a centrocampo. Uno come Pizarro che, col Napoli, dovrebbe partire titolare: “Ha avuto una ricaduta e ci dispiace ma adesso è a disposizione ed è questa la cosa più importante per noi”. Montella parla anche del ritiro del Napoli, voluto fortemente da De Laurentiis: “Non credo molto nei ritiri, personalmente, anche se a volte possono far bene per quei giocatori che devono riposare e non devono distrarsi. Specie quei giocatori con moglie e figli”.

“MI ASPETTO FORTE PERSONALITA'” – Poi Montella, tornando alla sfida di domani: “Servirà una gara di grande personalità e temperamento. I grandi giocatori, però, sono quelli che riescono a voltare pagina con maggiore facilità”. D’altronde gli obiettivi non mancano: “Servirà arrivare bene in fondo con una buona condizione”. Poi il tecnico viola saluta così l’ex direttore tecnico Eduardo Macia, nuovo direttore sportivo del Betis: “Ci dispiace perché in questi tre anni c’è stata grande collaborazione ed è stato un professionista. Si è lasciato bene con tutti. Sono sicuro che porterà avanti il suo percorso di crescita. Chissà che un giorno non ci ritroviamo qui a lavorare insieme, ancora”. L’ultima battuta è su Jorginho: “E’ un buon giocatore ma non mi risulta di aver parlato di lui con la società per portarlo qui. Comunque lo stimo molto”.
 

Fiorentina

serie A
Protagonisti:
vincenzo montella

Fonte: Repubblica

Commenti