La Juve fa quello che vuole: Tevez-Bonucci, Lazio battuta

Nell’anticipo del sabato sera della 31.a giornata di serie A i bianconeri tornano a vincere dopo la sconfitta di Parma e si avviano verso la conquista del titolo. Biancocelesti tramortiti da due gol in 11′. La squadra di Pioli resta a +1 sulla Roma

JUVENTUS-LAZIO 2-0
17′ Tevez, 28′ Bonucci

Guarda la cronaca del match


Se la Lazio ha raccolto solo un punto negli ultimi dieci precedenti contro la Lazio un perché deve pure esserci. Certamente una motivazione perché la squadra di Pioli non è riuscita a ottenere una vittoria allo Stadium nell’anticipo della 31.a giocata c’è: in questo momento una partita con i bianconeri è semplicemente ingiocabile. La fotografia che inquadra lo strapotere della Juve non sta tanto nel gol di Tevez, il 18° in campionato, che ha sbloccato la gara, quanto nella volata da centometrista con palla al piede che Bonucci si è permesso di azzardare in occasione di un raddoppio che al 28′ sembrava avere già il sapore di resa per la Lazio: 2-0 e tutti a casa.

Poi, però, la squadra di Pioli ha cercato di ritrovare equilibrio accorciando le linee per andare ad attaccare i bianconeri che, dal canto loro, hanno potuto giocare sottoritmo e risparmiare energie preziose dopo quelle spese in Champions League. La Lazio è venuta fuori, ha provato a riaprire la gara ma la squadra di Allegri non ha mai indietreggiato di un centimetro giocandosela uomo contro uomo qando è servito e aiutandosi con i reparti per impedire alla squadra di Pioli di mantenere il pallino del gioco grazie alle buone doti di palleggio di Biglia e alla velocità di Candreva. Felipe Anderson, l’uomo potenzialmente più pericoloso dei biancocelesti, non ha mai trovato spazio per partire in accelerazione e i rifornimenti per Klose sono mancati.

La Juve ha dato l’ennesima prova di forza  dimostrando di non subire il doppio impegno settimanale. Con quindici punti di vantaggio Allegri potrà gestire a piacimento la rosa, compreso Tevez, micidiale goleador che la Juve vorrebbe mantenere in rosa nonostante le voci che arrivano dall’Argentina sponda Boca Juniors secondo cui l’Apache sarebbe già pronto a rientrare alla fine di questa stagione. L’esultanza da “gallina”, in occasione del gol, sfottò dedicato al River Plate che sarà rivale del Boca nei prossimi ottavi di Copa Libertadores, può essere un indizio?

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 236 volte