Vandali al Franco Ossola, Varese-Avellino è a rischio

Irruzione nella notte nello stadio biancorosso: segate le porte, divelte diverse zolle del prato. La partita del pomeriggio di Serie B potrebbe non giocarsi. Abodi: “Faremo un tentativo per risolvere il problema”

Varese-Avellino, in programma oggi alle 15 in serie B è a forte rischio. Nella notte alcuni vandali si sono introdotti allo stadio Franco Ossola, forse per protestare per i risultati negativi del Varese, relegato in fondo alla classifica, e hanno segato i pali delle porte, divelto le zolle del prato e tracciato scritte contro i dirigenti della società. Sull’episodio indaga la polizia.
Gli agenti della Squadra mobile e della Digos hanno acquisito le riprese dell’impianto di videosorveglianza nell’area dello stadio per cercare di identificare i responsabili. L’entità dei danni è ancora da quantificare. A chiamare la polizia sono stati alcuni dipendenti della società, in mattinata all’apertura della struttura. E’ al vaglio quindi l’agibilità del campo, in vista della partita in programma nel pomeriggio. I vandali hanno anche sradicato una panchina a bordo campo.

“Stiamo cercando di capire come risolvere il problema, noi il tentativo lo faremo, poi su
quanto avvenuto avremo molte cose da dire”. Lo ha detto il presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, all’agenzia Italpress in merito a quanto avvenuto a Varese nella notte e all’ipotesi rinvio della gara con l’Avellino. Il terreno di gioco dello stadio Ossola
e la partita di oggi è a forte rischio proprio per le condizioni del campo. Uno scempio con le due porte in parte. “Stiamo attendendo solo l’ufficialità ma questa partita verrà sicuramente rinviata, in quanto non vi sono possibilità di ripristinare in tempo sia le porte che il campo, per non dire del resto danneggiato in modo serio”, così il vicepresidente del Varese, Silvio Papini, che sta monitorando la situazione in tempo reale.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 167 volte