Fattore Olimpico, Garcia: “Deve tornare a essere un fortino”

Alla vigilia della sfida contro il Genoa, con una corsa alla Champions in palio, l’allenatore della Roma si appella ai tifosi: “Vengano in tanti allo stadio, abbiamo bisogno di loro, la squadra deve essere incoraggiata”

L’Olimpico deve tornare ad essere una cassaforte. Alla vigilia della gara contro il Genoa, Rudi Garcia fissa l’obiettivo per i suoi. In palio c’è una rincorsa al secondo posto che significherebbe qualificazione diretta in Champions League. Per questo non bisogna mollare e tutti, tifosi compresi, devono essere dalla stessa parte. “Se i tifosi saranno numerosi sarà qualcosa in più, sappiamo che in una partita ci sono anche dei bassi dove c’é da stare uniti, e in questi momenti abbiamo bisogno dei nostri tifosi”.
L’appello – “Venite numerosi e incoraggiate la squadra così saremo più forti e avremo più chance di vincere”. Dalla sua la Roma ha un buon momento psicologico dopo il successo in trasferta in casa del Sassuolo. “Siamo stati solidi, abbiamo concesso quasi nulla e fatto tre gol, con meno tiri in porta del solito, l’efficacia è importante – aggiunge -. Giochiamo contro una squadra che lotta per l’Europa, stanno facendo una buona stagione, hanno alcune assenze, peccato non vedere Burdisso che come giocatore e uomo ho apprezzato tanto”.
Doumbia ritrovato – “Sul piano psicologico questo gol gli darà molta fiducia per giocare con la testa libera. Adesso psicologicamente ha una forza in più, ha fatto un gol come solo un centravanti sa fare, un colpo di fucile di testa. Adesso ha bisogno di giocare per essere giudicato. Lo abbiamo preso per segnare e col Sassuolo ha risposto nel migliore dei modi lavorando anche per la squadra in fase difensiva”.
Totti è a disposizione – Il capitano è pronto per giocare: “Francesco sta benissimo, avete letto le sue dichiarazioni. Ha ragione a dire che dobbiamo restare concentrati sulla partita che arriva, ci giochiamo la Champions. Non c’è bisogno che ribadisca che è un giocatore importantissimo per noi, è il capitano Keita? Prima di Sassuolo ha avuto la sciatalgia, adesso ha un problema al ginocchio. Lui è uno che ha uno spirito di gruppo, devo valutare se ci sia rischio o no nel farlo giocare” .

Problema attacco – “Se ci portano Ronaldo lo prendiamo coi suoi 30-40, quando non c’è un bomber così meglio avere 5 giocatori da 5 gol. I nostri attaccanti devono fare di più in termini di gol e di assist. Se poi i centrocampisti hanno voglia di segnare li prendiamo volentieri”.

Pjanic torna ad alti livelli – “Non ho mai forzato nessuno a giocare, se gioca è perché è vicino al 100%. Un bilancio della stagione di Cole? Non è il momento, aspettiamo a fine stagione. Devo fare delle scelte e le dovrò fare, farò in modo di mettere in campo gli undici che nella mia testa hanno rendimento migliore possibile”.

Fonte: SkySport

Commenti