Giovanni Scotto: “Reina può arrivare anche senza Benitez in panchina, ultime su Sepe e Valdifiori”

Giovanni-ScottoGIOVANNI SCOTTO, giornalista del Roma, esperto di mercato, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Onestamente non vedo un mercato così attivo da parte del Napoli perché molto dipenderà dal budget a disposizione, quindi, dalla qualificazione o meno alla Champions e dall’allenatore. Pepe Reina è, attualmente, il vero unico obiettivo perché la trattativa è già avviata, anche se non mi meraviglierei se dovesse sfumare. È un’operazione un po’ simbolica ma anche molto concreta. È chiaro che il portiere è il primo dei problemi cha ha patito il Napoli in questa stagione e con l’arrivo dello spagnolo ed il probabile ritorno alla base di Sepe, la coppia sarebbe già fatta e così come non ci sarebbe ovviamente, posto per Rafael, così credo che Andujar non sarebbe disposto a fare il terzo. Per De Laurentiis, comunque, Reina può arrivare anche senza Benitez in panchina. Anche su Valdifiori meglio non sbilanciarsi troppo, anche se è stato bloccato dal Napoli, ma se dovesse restare Benitez, non credo proprio che arriverebbe. Devo riconoscere che questo mercato è davvero molto difficile da interpretare perché mai come ora tutto è ancora in gioco e, allo stesso tempo, incerto. Se devo interpretare le idee, anzi, i segnali che sta mandando il presidente, credo che voglia un Napoli con un regista e più italiani, che non è proprio il massimo per Benitez. A proposito del tecnico spagnolo, non vedo novità positive, ma anche in questo caso, meglio attendere ancora qualche giorno. La gara di Parma è stata brutta per non dire disastrosa, ma paradossalmente il turno è stato positivo per le contemporanee sconfitte delle romane. Credo che sia decisiva la penultima giornata che prevede il derby capitolino e la trasferta del Napoli a Torino contro la Juventus. Non vedo questo grande svantaggio nei confronti del Dnipro perché il risultato è assolutamente recuperabile, perché il Napoli è più forte e perché credo che l’approccio alla gara, stavolta, sarà quello giusto. Sono fiducioso, ma facciamo un passo per volta, battiamo il Dnipro e poi ne riparliamo”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 778 volte