Como-Bassano: una poltrona per due. I playoff si infiammano

Si parte domenica alle ore 16 con l’andata in casa del Como, per la peggiore posizione in classifica al termine della regular season. Ritorno fra sette giorni a Bassano del Grappa

I Playoff di Lega Pro entrano nel vivo: arriva l’ultimo atto ufficiale prima del rompete le righe. 180 minuti per decidere la quarta squadra che andrà di diritto in Serie B. Le due formazioni si sono già affrontate nel corso della stagione e in entrambe le occasioni è stato il Bassano a prevalere: l’andata si giocò al Mercante dove si impose la squadra veneta grazie al rigore trasformato da Nolé; al ritorno la squadra di Asta calò il bis espugnando il Sinigaglia 2-1 con i gol di Cattaneo e Iocolano, per i lombardi andò a segno Le Noci.

Come arriva il Como… –
Con un quarto posto conquistato all’ultima giornata al Martelli di Mantova: 1-0 dei Lariani con il gol vittoria firmato da Ganz e il concomitante pareggio per 1-1 tra Alessandria e Venezia. La squadra allenata da Carlo Sabatini, da autentica outsider, è riuscita a battere nei preliminari il Benevento grazie alla doppietta del solito Ganz, riuscendo a rimontare lo svantaggio iniziale. La doppia sfida contro il Matera, decisa ai rigori, ha sorriso al Como, che in finale affronterà l’unica formazione con cui non è riuscita a fare punti in campionato.

Come arriva il Bassano… – Consapevole di essere la favorita alla promozione per quanto prodotto in campionato: 74 punti a pari merito con il Novara, con gli scontri diretti a sfavore che non le hanno consentito la promozione diretta in Serie B. La AstaBand arriva in finale dopo aver battuto ai rigori Juve Stabia prima, Reggiana poi. In riva al Lago mancheranno per squalifica Furlan e Pietribiasi.

Sold out – Sono stati già venduti oltre 5300 biglietti: al Sinigaglia si va verso il tutto esaurito. La direzione del match sarà affidata ad Antonio Rapuano di Rimini, coadiuvato dagli assistenti Damiano Margani della sezione di Latina e Giuseppe Opromolla della sezione di Salerno. Il quarto ufficiale sarà Saverio Pelagatti di Arezzo.

Regolamento – Dopo la gara di ritorno, in caso di parità punti e di gol (quelli segnati in trasferta valgono come quelli segnati in casa), si giocano i tempi supplementari. Se la parità persiste dopo i 120 minuti, si va ai calci di rigore.

Fonte: SkySport

Commenti