Juventus, dal sogno Oscar all’idea Saponara. Cercasi fantasista per Allegri

TORINO – Fantasista cercasi. Proseguono le grandi manovre bianconere sul mercato: Agnelli e Marotta vogliono regalare un po’ di imprevedibilità alla Juve di Allegri. E magari – mica facile – trovare un nuovo indossatore per quel numero 10 ultimamente transitato sulle spalle di Platini, Baggio, Del Piero e Tevez. Ma per realizzare i grandi progetti servirebbe una cessione illustre. No, non quella di Tevez che, salvo improbabili colpi di scena, Juve e Boca Juniors definiranno tra oggi e domani: i bianconeri chiedono 6,5 milioni per evitare di mettere a bilancio una minusvalenza, oppure una contropartita tecnica a scelta tra il regista uruguayano Betancur e l’attaccante Calleri. Attenzione piuttosto al Barcellona che ha riacceso i suoi radar su Pogba, possibile spot elettorale di Laporta in vista delle elezioni presidenziali in programma il 18 luglio. Ieri l’aspirante ad una nuova sua dirigenza del club catalano ha contattato l’agente dell’enfant prodige, Mino Raiola, per riallacciare i fili della trattativa. L’idea è quella di prenotare il Polpo Paul e “ritirarlo” nel gennaio 2016, quando scadrà il veto imposto dalla Fifa al mercato blaugrana, anche se i bianconeri chiederebbero di posticipare la consegna al giugno 2016. La storia è nota: la Juve non vuole cedere Pogba, ma difficilmente avrà la forza per rispedire al mittente un’offerta vicina ai 100 milioni di euro.

Tornando alla caccia al trequartista o all’esterno d’attacco, la Signora sogna soprattutto Oscar (Chelsea) e Isco (Real Madrid), non perde di vista Jovetic (Manchester City), De Bruyne (Wolfsburg), Witsel (Zenit) e Praet (Anderlecht), ma più realisticamente contende all’Inter altri due giocatori di proprietà del Chelsea, Salah e Cuadrado. E intanto sfida il Napoli sul fronte per Saponara (Empoli). L’egiziano della Fiorentina sembra più attratto dalla corte di Inter e Juve che dall’idea di proseguire la sua avventura in prestito ai viola. Se deciderà di rientrare alla base-Chelsea, il costo del suo cartellino salirà dai 18 milioni pattuiti con la Fiorentina per il riscatto a circa 25 milioni. I nerazzurri sono in vantaggio, la Juve segue a ruota, mentre Roma, Milan e Atletico Madrid sembrano più defilate. Ma i bianconeri si sono inseriti anche sulle tracce di Cuadrado, il cui agente Lucci tra domani e giovedì farà visita al Chelsea per valutare la possibilità di un rientro del colombiano in Italia. Per l’ex funambolo viola, valutato non meno di 25 milioni dal club londinese di Abramovic e pedina ideale per un passaggio dal 4-3-1-2 al 4-3-3, si rinnova dunque il derby d’Italia, con la Roma terza incomoda. E’ più economica l’operazione-Saponara, l’alternativa made in Italy individuata da Allegri e Marotta. In questo caso c’è da fare a sportellate con il Napoli, partito in anticipo ma già rimontato e sorpassato a colpi di milioni: la Juve ne offre 14 per averlo subito (2 in più dei partenopei, uno in meno di quanti ne vorrebbe l’Empoli, che dovrà versare al Milan il 30% della futura vendita del trequartista), oppure 12 per lasciarlo un altro anno in Toscana e prelevarlo nel 2016. A proposito di colpi low-cost, infine, dal discount Parma potrebbero arrivare il centrocampista José Mauri (inseguito anche dal Milan) e il giovane attaccante Cerri.
 

juventus

serie A
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 196 volte