COMUNICATO PIANETAZZURRO – Protesta siti, meglio tardi che mai…

pianetazzurro1

Come avrete avuto modo di leggere in queste ore, la SSC Napoli ha deciso di escludere dalla ‘conferenza stampa’ di presentazione dell’allenatore Sarri tutti i siti on line (ma anche altre testate cartacee non gradite), operando quindi una vera e propria selezione. Questa presa di posizione da parte della società ha chiaramente suscitato clamore nell’ambiente tutto in quanto si va a ledere il diritto e il dovere di informazione, danneggiando di fatto i lettori, giacchè il web è diventato ormai il principale mezzo da cui la stragrande maggioranza dei tifosi attinge informazioni e soddisfa la propria curiosità.

Conseguenza di tutto ciò, è arrivato dapprima il comunicato di condanna da parte dell’ USSI Campania che ha stigmatizzato il comportamento della società partenopea, e successivamente quello di una parte importante dei siti che si occupano di narrare le vicende del Napoli Calcio, che hanno deciso, per protesta, di non riportare sui rispettivi portali delle dichiarazioni di mister Sarri.

PianetAzzurro non è solo un sito, ma anche e soprattutto un cartaceo che esce periodicamente da 14 anni, ha fatto e produce trasmissioni radiofoniche e televisive: sono ormai quattro anni che ci viene impedito di fare per bene il nostro lavoro (negando spesso l’accredito alla nostra testata perchè a dire dell’addetto stampa poco generosa col presidente), una professione per la quale abbiamo studiato, sudato e sgobbato per anni non solo su pianetazzurro.it
Siamo stati una delle prime testate giornalistiche ad iniziare a lavorare anche nel web (leggi qui): da noi sono nati e cresciuti molti di quei giornalisti che successivamente hanno poi creato dei loro siti.

Ci auguriamo che, vista l’enorme cassa di risonanza che stavolta l’ennesima scellerata decisione della SSC NAPOLI ha suscitato, chi di dovere possa prendere i giusti provvedimenti, dopo aver risposto col silenzio alle nostre reiterate segnalazioni e sollecitazioni fatte in passato (con tanto di raccomandate e non solo), in modo da creare un più equo e leale ambiente di lavoro.

Nel frattempo, Pianetazzurro, nel suo piccolo, continuerà a fare informazione come ha sempre fatto, talvolta sbagliando e talvolta anche anticipando notizie che poi si sono rivelate veritiere, com’è normale che sia. Ma raccontando sempre la verità e ascoltando le opinioni di tutti. Al lettore e dunque al tifoso, spetta poi farsi la propria idea.

La Redazione di Pianetazzurro

Commenti

Questo articolo è stato letto 940 volte