La Sampdoria riabbraccia Cassano, Ferrero: “Sarà la nostra bandiera”

GENOVA – I tifosi lo hanno amato sin dal primo giorno, lui li ha ripagati con giocate di classe e gol d’autore. Poi l’addio verso lidi più dorati, quindi lo scudetto col Milan e l’annata tra alti e bassi nella sua “amata” Inter, infine il Parma almeno fino al crack. Quello tra Antonio Cassano e la Sampdoria è un rapporto di amore e odio. L’addio ai blucerchiati arrivò dopo l’ennesima “cassanata”, dopo il rovente litigio con l’allora presidente Riccardo Garrone. Tra i due volarono paroloni che spinsero l’ex numero uno doriano a dichiarare il fantasista uomo non più gradito dalle parti di Bogliasco. Ora, a distanza di cinque anni, il clamoroso ritorno che poi di clamoroso ha ben poco visti i continui messaggi d’amore tra Fantantonio e Ferrero. Il barese, infatti, ha svolto le visite mediche che gli consentiranno di sottoscrivere un contratto biennale con tanto di clausola anti-cassanate.

IL CAPRICCIO DI FERRERO – Cassano alla Sampdoria è un capriccio del presidente Ferrero. Mihajlovic non l’ha voluto nei suoi anni blucerchiati, Walter Zenga ha più volte espresso il proprio no al ritorno dell’ex Parma, ma dopo la clamorosa sconfitta interna nel turno preliminare di Europa League contro il modesto Vojdovina ha perso ogni diritto di veto sulla questione, così il barese farà parte a tutti gli effetti della rosa blucerchiata per la stagione che sta per iniziare. Ora Cassano dovrà dimostrare di essere utile alla causa e ritrovare la forma il prima possibile dopo sei mesi di inattività: la sua ultima partita, infatti, è stata il 25 gennaio (Parma-Cesena 1-2), poi l’addio al Parma per il mancato pagamento degli stipendi e l’assenza di una squadra fino ad oggi. Per Cassano è pronto un contratto da 700 mila euro a stagione più bonus. Soddisfatto dell’operazione Massimo Ferrero. “Non lo prendo per due anni, ma per farne la nostra bandiera: dimostrerà di essere un grande uomo”.

sampdoria

serie A
Protagonisti:
antonio cassano
Fonte: Repubblica

Commenti