Milan, Bacca-Luiz Adriano: rodaggio in corso. Dalla Francia: Ibra non si muove

MILANO – La serata di Reggio Emilia ha regalato al Milan il primo gol di Carlos Bacca. Ogni rete è importante per una squadra, ma quella di un centravanti appena acquistato vale doppio. Il colombiano ha offerto un’altra prova di miglioramento rispetto ai primi segnali incoraggianti mostrati a Monaco di Baviera dov’era stato il più pericoloso del Milan nella deludente due giorni dei rossoneri all’Allianz Arena. Ieri al Mapei Stadium un’esibizione ancora più incoraggiante: gol, assist a Bertolacci e premio come miglior giocatore del Trofeo Tim consegnato alla fine del mini-triangolare dagli organizzatori.

BACCA FESTEGGIA – L’attaccante colombiano ha mostrato la sua soddisfazione oggi con un messaggio sul suo profilo Facebook nel quale ha evidenziato anche la sua religiosità: “Contento per il lavoro con la squadra e per il riconoscimento personale, ora si continua a lavorare per regalare altre gioie. La gloria è in Cristo”. Per Bacca è stato il primo gol dell’estate. Una piccola liberazione per un bomber abituato a firmare le finali europee, come dimostra la doppietta segnata a maggio in Siviglia-Dnipro a Varsavia, vice-capocannoniere dell’Europa League con 7 centri, appena uno in meno di Alan e Lukaku. Intanto proseguono le prove di affiatamento con Luiz Adriano, due prime punte che devono convivere nella coppia d’attacco rossonera: “Sono al 50-60% – ha detto Mihajlovic dopo i test con Inter e Sassuolo  –  hanno ancora tanti margini di miglioramento, per l’inizio del campionato saranno quasi pronti”.

IN FRANCIA BLINDANO IBRA – Dopo la prova di Bacca a Reggio Emilia può essere più facile digerire le notizie in arrivo dalla Francia. Secondo Le Parisien, Zlatan Ibrahimovic resterà al Paris Saint Germain fino al 30 giugno 2016. Il quotidiano francese cita  la recente intervista dello svedese al sito americano Bleacher Report. Intervista nella quale ha parlato anche di un possibile futuro nella Major League Soccer. D’altronde c’è anche questa evoluzione a stelle e strisce nel progetto triennale proposto dalla proprietà qatariota del Psg al centravanti: ultima stagione al Parco dei Principi, poi un anno in Qatar per promuovere il calcio nel paese del Golfo in vista dei Mondiali, ultimo negli Stati Uniti nella franchigia che vuole fondare la famiglia Al Thani.  

milan ac

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 178 volte