Zenga: “Napoli sarà aggressivo, ma mi aspetto che la squadra metta la stessa voglia di domenica scorsa”

12-06-15 SAMPDORIA-PRESENTAZIONE WALTER ZENGA
12-06-15 SAMPDORIA-PRESENTAZIONE WALTER ZENGA

L’allenatore della Sampdoria, Walter Zenga, prossimo avversario del Napoli in campionato, è intervenuto in conferenza stampa. Ecco quanto riportato da sampdorianews.net

Mister Zenga inizia parlando della gara di Napoli: “Loro hanno sbagliato la prima partita solo nel risultato. Sono una squadra con qualità sia a centrocampo, sia in attacco. Ci aspettiamo un Napoli aggressivo e che cercherà di fare la partita”.

Su Eder: “Si è allenato e sarà in campo. Gioca nella Sampdoria”.

Sul mercato: “Ho sempre detto queste cose da subito. Questa settimana ci siamo allenati bene e chi ha visto gli allenamenti ha visto entusiasmo, ed è la cosa più importanti”.

Sul Napoli: “Sicuramente cambieranno qualche giocatore dalla prima di campionato, io ho grande rispetto per gli avversari ma mi concentro sulla mia squadra e punto sul fatto che noi possiamo giocarcela sempre con chiunque in qualsiasi maniera”.

Sulla squadra: “Abbiamo un gruppo di giocatori che sono convinti delle proprie potenzialità. Io non sono uno di quegli allenatori che stabilisce una formazione titolare e la tiene fino alla domenica.Voglio tenere la concentrazione al massimo, quindi mischio le carte”.

Su Muriel: “E’ arrivato a metà luglio e appena ha trovato la condizione ha messo in luce qualità eccelse. Spero continui a fare quello che ha fatto finora perchè per una squadra avere un giocatore che segna ad ogni partita è il massimo”.

Zenga torna su Carbonero: “Se porto con me un giocatore vuol dire che è pronto, anche se far giocare un ragazzo che è arrivato da poco può essere un azzardo. A mio modo di vedere può essere impiegato da interno di centrocampo, ha giocato da esterno e da trequartista. E’ un giocatore duttile, di qualità, con fantasia come tutti i sudamericani. Noi siamo una famiglia che apre sempre le porte a chi arriva e farlo sentire al meglio”.

Sul collega Sarri: “L’ho sempre ammirato perchè la sua parabola di professionista è stata ed è importante. Ha fatto una carriera seguita da tanti con grandi idee. La differenza fra gli allenatori è che ognuno di noi ha tante idee, ma poi si devono mettere in pratica. Sono contento di poterlo salutare e incontrarlo per la prima volta”.

L’arrivo di Carbonero: “Questa settimana abbiamo recuperato un po’ di giocatori importanti. Questo è un grande vantaggio perchè noi allenatori vorremmo sempre avere tutta la rosa a disposizione. Vedremo domani cosa riusciremo a fare”.

Le aspettative per la partita del San Paolo: “Mi aspetto che i ragazzi mettano in campo la stessa voglia di domenica scorsa, e vorrei avere la conferma che siamo in crescita e che abbiamo trovato la chiave per essere una squadra che diverte”.

Commenti