Balo torna a sorridere: “Sono felice, ma non soddisfatto”

“E’ soltanto l’inizio, sono felice ma non soddisfatto”. Lo scrive Mario Balotelli su Instagram dove pubblica anche le foto della maglia rossonera, con il numero 45, e degli scarpini dove, oltre a SuperM, ha scritto anche il nome della figlia Pia. “Continuiamo a lavorare duramente, ne abbiamo bisogno e speriamo di volare”, ha aggiunto l’attaccante del Milan, riferendosi all’amichevole di ieri a Mantova che la squadra di Mihajlovic ha vinto per 3-2. Proprio Balotelli ha sbloccato il risultato con un bel destro da fuori area.

😻😻😻😻😻 Is just the start happy but not satisfied.. Let’s keep working hard , we need it and hopefully we will fly👊 #FORZAMILAN 🔴⚫️ @puma @angel_barwuah19 PIA 😘😻❤️❤️❤️😘😍😍😍😍

Una foto pubblicata da Mario Balotelli🇮🇹🗿👪 (@mb459) in data: 3 Set 2015 alle ore 13:31 PDT


Il pensiero di Albertini
– “Balotelli? Dipende da lui. Non è più un ragazzino e va trattato da uomo. Ha perso tante occasioni per dimostrare il suo valore, la cosa più importante è che capisca che il calcio è un gioco di squadra e il rispetto in campo e fuori per i compagni deve essere totale”. E’ il pensiero di Demetrio Albertini, ex centrocampista del Milan e della Nazionale, sul ritorno in rossonero di Balotelli e sul suo possibile rilancio anche in chiave azzurra. Intanto la squadra di Mihajlovic fatica. “Ci vuole il lavoro quando si cambia tanto – commenta a Sky Sport – Il Milan ha speso parecchio, ha preso buoni giocatori e bisogna inserirli in un contesto. Il Milan sta gettando le basi per il futuro. E’ mancato un rinforzo a centrocampo? Non sempre nel mercato si mettono a posto tutti i tasselli. E’ normale che ci si augura il ritorno a pieno ritmo di Montolivo che è quello che è mancato l’anno scorso, la qualità, Bertolacci è un buon giocatore e ci sono altri giocatori importanti che potrebbero valorizzarsi con tutta la squadra”.

Fonte: SkySport

Commenti