Berlusconi: “Bee? Dalle banche informazioni positive. Ci vedremo il 30 settembre”

Bee Taechaubol “è venuto qualche giorno fa a Milano, era assolutamente tranquillo, abbiamo fissato l’appuntamento per il 30. Le informazioni che ho dalle banche che lavorano con lui e anche con noi sono tutte positive”: lo ha detto Silvio Berlusconi a proposito dell’accordo per la cessione del 48% del Milan al thailandese, aggiungendo che “fin quando non li vediamo entrare non siamo sicuri”.

Due calcoli… – “Dalla commercializzazione del nostro marchio in Asia calcoliamo la possibilità di avere qualcosa più di 100 milioni di entrate all’anno”, ha spiegato Berlusconi, chiarendo che prima della quotazione in una Borsa orientale il Milan “deve raggiungere due risultati: tornare almeno in semifinale di Champions e chiudere il bilancio in attivo, non elevato ma considerevole”. La crisi delle Borse cinesi, ha aggiunto l’ex premier la scorsa notte, dopo aver cenato assieme all’ad Adriano Galliani, “non cambia assolutamente la possibilità di quotare il Milan in una Borsa come Hong Kong o Shanghai”.

Sull’allenatore – Il Milan che ha battuto 3-2 il Palermo “è piaciuto” a Silvio Berlusconi. “E’ stata una buona prova, continuo a sperare che si sappia tenere palla, quando mancano 15 minuti alla fine e si è in vantaggio solo di un gol, cosa che una squadra di professionisti dovrebbe fare. Invece vedo che è molto difficile, anche per le grandi squadre”, ha commentato il presidente rossonero assicurando che però “è solo un dettaglio, e io spero di finire con due gol di scarto”.

Il comportamento della squadra – In compenso Berlusconi vede la mano di Sinisa Mihajlovic sul Milan “nel comportamento generale della squadra, nella preparazione atletica, nella compattezza dello spogliatoio. L’allenatore – ha aggiunto Berlusconi la scorsa notte lasciando il ristorante in cui ha cenato assieme all’ad Adriano Galliani dopo la partita – ha infuso in tutti i giocatori una grande voglia di vincere”.

Il nuovo Balotelli – Silvio Berlusconi si gode “il nuovo Balotelli”, convinto che “per quanto ha fatto vedere in questo scorcio di stagione potrebbe fare” il titolare, anche da trequartista. “Dio voglia che sia diventato il Balotelli che speriamo tutti”, ha sorriso il presidente del Milan commentando la scorsa notte il successo con il Palermo. “A volte penso sia il fratello di Balotelli – ha aggiunto -. Lo sento ogni tanto al telefono, mi sembra tranquillo, sereno. Credo che abbia raggiunto il giudizio dell’età calcisticamente matura. Può ricoprire i tre ruoli d’attacco indifferentemente”.
 

Fonte: SkySport

Commenti