Lega Pro, Miele dice no: “Non mi candido alla presidenza”

L’attuale commissario della Lega Pro, il magistrato della Corte dei Conti, Tommaso Miele, non si candiderà alla presidenza al termine del suo mandato. “Mi permetto di dire – ha detto Miele rispondendo alla Rai – che la mia serenità e forza nell’affrontare le situazioni che ho trovato, e che non sono semplici, è il fatto che io non debba fare campagna elettorale. Non mi candido, e lo dico ufficialmente perché sono un magistrato e voglio continuare a fare il mio lavoro. Mi sono anche divertito – ha aggiunto Miele -, e dal giorno dopo il mio arrivo mi sono messo al lavoro. Ma non mi candido”.

Verso le elezioni
– Quando ci saranno le elezioni della Lega Pro? “La fine del mio mandato – risponde – è il 31 ottobre e ce la metterò tutto per finire entro quella scadenza, perché non ho interessi. Ma la possibilità che vada oltre in relazione a determinati tempi tecnici c’è. Semmai dovesse essere messa in relazione alla tempistica tecnica dell’approvazione del bilancio, io il giorno dopo annuncero’ l’assemblea elettiva. Mi auguro di non mangiare il panettone”.

Fonte: SkySport

Commenti