Simone Berti (play della Napoli Basket): “Ci tengo molto a questo progetto, sono contento di aver questo ruolo”

SIMONE BERTI, play della Givova Napoli Basket, è intervenuto a “FUORI GARA”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Ho accettato questo progetto anche per il ruolo che mi era stato proposto. Ci tengo molto a fare bene e a migliorarmi sempre più. Avere questo ruolo all’interno della squadra mi carica molto e comporta un periodo di ambientamento che è già a buon punto. Io sono uno che parla tanto e si confronta spesso, con tutti. Nella gara di domenica contro Palermo abbiamo dimostrato di poter vincere ovunque, purtroppo gli errori arbitrali fanno parte del gioco. Merito però anche ai nostri avversari che hanno avuto una grande redazione. Questo è un campionato complicato, nessuna partita è scontata ma noi vogliamo vincerle tutte per arrivare primi. Tutte le persone che ci affrontano vogliono dimostrare qualcosa in più perché tanti avversari vorrebbero stare al posto nostro. Noi sappiamo di avere le potenzialità per potercela giocare con tutti: abbiamo qualità fisiche e tecniche per raccogliere tanti punti. Tutto dipenderà da noi e dal nostro lavoro. Stella Azzurra Roma? Sappiamo che è una squadra giovane, che fa di agonismo e pressione le sue armi principali. Ci stiamo preparando a questa partita aumentanto l’intensità nella nostra difesa. Faremo letture a livello maggiore di pressione. Dovremmo essere bravi a punire i loro sbagli col nostro talento”.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!