Samp brillante, Verona da incubo: Zenga batte Mandorlini

SAMPDORIA-VERONA 4-1
11′ Muriel (S), 28′ Zukanovic (S), 45′ Soriano (S), 54′ Eder (S), 75′ Ionita (V)

Guarda la cronaca del match

LE PAGELLE

Arrivano conferme dal match di mezzogiorno del Ferraris. Quelle negative di un Verona scoppiato (resta l’unica squadra a non aver mai vinto dopo 9 turni di Serie A) e quelle positive che riguardano la forza della Samp nelle gare casalinghe.
Davanti al proprio pubblico, i ragazzi di Zenga sono in serie positiva da sei partite e quella contro l’Hellas è la quarta vittoria (tutte ottenute nel proprio fortino). Reduci dalla sconfitta di Frosinone, trasferta in cui non hanno trovato nemmeno il gol, i blucerchiati partono forte e il Verona non riesce a sostenere il ritmo imposto: il gol che sblocca il risultato arriva con Muriel, facilitato da Hallfredsson nella conclusione ravvicinata. Al quarto gol in campionato del colombiano segue, poco prima della mezz’ora, il primo in blucerchiato per Zukanovic. Il suo volo d’angelo su assist di Soriano è anche il primo gol di testa segnato dalla Samp in questa stagione. Allo scadere del primo tempo è Soriano ad essere messo nelle condizioni di segnare: bellissimo assist di Eder e il capitano non sbaglia.

Tutto in salita per gli ospiti, che affrontano la ripresa con poche speranze, che diminuiscono ulteriormente al 54′, quando Eder cala il poker: settimo centro stagionale per il centravanti della Nazionale di Conte, che assicura i tre punti a Zenga. Serve solo per le statistiche il gol di Ionita con cui l’Hellas chiude una gara da dimenticare, che termina 4-1.
Samp che sale a 14 punti in classifica. Si fa nera per l’Hellas, fermo a 5 punti senza mai aver vinto. Adesso la panchina di Mandorlini è fortemente in bilico.

Fonte: SkySport

Commenti