Un super Sorrentino stavolta non basta. Top e Flop di Napoli-Palermo

Il Palermo perde a Napoli. Una sconfitta che può starci, la squadra partenopea è apparsa di un’altra categoria e alla fine il risultato di 2 a 0 sta stretto agli uomini di Sarri visto le occasioni da goal ma soprattutto il possesso palla che per lunghi tratti ha superato il 70%. Per gli uomini di Iachini testa alla prossima gara contro l’Empoli, diretta avversaria alla salvezza.

TOP
Se i rosanero sono usciti da San Paolo con solo due goal subiti il merito è tutto di Stefano Sorrentino. Ormai il numero 70 del Palermo ci ha abituato a grandi parate e in più di un’occasione ha permesso alla sua squadra di non capitolare. Sui goal subiti ha davvero poche responsabilità. Avrebbe voluto festeggiare meglio la sua 500esima gara da professionista.
Una menzione la merita anche Andrea Rispoli. Il laterale troppe volte messo in discussione in questa stagione, sfodera una buona prestazione. Forse l’aria di casa gli ha fatto bene, speriamo continui così anche nelle prossime partite di campionato.

FLOP
La prestazione dei centrocampisti rosanero non ha permesso alla squadra di alzare il baricentro e creare pericoli alla difesa del Napoli. Poco possesso palla per Maresca, Rigoni e Hiljemark che vengono spesso sopraffatti dai colleghi di reparto partenopei.

NAPOLI:
TOP
Giù il cappello davanti ad un giocatore come Gonzalo Higuain. L’attaccante argentino segna l’ottavo goal in appena dieci giornate, confermando di essere il giocatore più forte del nostro campionato. Ogni qual volta si trova con il pallone tra i piedi crea un pericolo alla difesa rosanero. Solo la bravura di Sorrentino gli evita di siglare altre reti.
Un bravo anche a Dries Mertens: entra dalla panchina, prende un palo e sigla il secondo goal che chiude la gara. Meriterebbe qualche chance da titolare in più.

Il Napoli gioca bene e vince, il merito è soprattutto di Maurizio Sarri. L’allenatore toscano nonostante un inizio difficile è riuscito ad inculare ai giocatori il suo credo calcistico. L’esplosione di Insigne, l’alto rendimento della difesa e i goal di Higuian sono frutto del duro lavoro fatto da questo tecnico che possiamo definire uno dei migliori in circolazione.

FLOP
L’unica nota stonata della serata è la prestazione di Callejon. Lo spagnolo riesce a rendersi pericoloso solo in un paio di occasioni ma nonostante ciò non trova la via del goal. Sembra un po’ sfiduciato da questa astinenza.

lagazzettapalermitana

Commenti