Pioli, pressione sulla Roma: “Sono obbligati a vincere”

“Al di là dei giocatori che ci saranno o non ci saranno, la Roma ha investito tanto in questi anni e ha il dovere di vincere. Pensano di farlo domani? Vedremo”. Lo dice Stefano Pioli, alla vigilia del derby. Nonostante l’enorme differenza tra i due monte ingaggi, Pioli è sicuro: “Sara’ il campo a parlare, il derby esula dai pronostici, non c’è una squadra favorita. E’ una di quelle partite da giocare con concentrazione e sono quelle situazioni che vogliamo mettere sul campo domani”.

Dopo due sconfitte consecutive in campionato, Pioli concorda sul fatto che “può essere una di quelle partite da svolta. Ne abbiamo avute anche nella passata stagione, ci sono tante partite che possono essere della svolta, questa può esserla”.

“Quanto conta? Conta tanto, perché non siamo soddisfatti della nostra classifica attuale – ammette Pioli – veniamo dopo due sconfitte. Conta per l’importanza che ha questa partita e per l’importanza che ha il nostro momento attuale. Le partite si decidono sempre sugli episodi e il derby ancora di più. Ogni pallone è decisivo e va affrontato con grande attenzione”. Per questo, il tecnico laziale non esclude la possibilità di cambiare filosofia di gioco per mettere in difficoltà la Roma. “Ci sono tanti modi per interpretare le gare – spiega – conosciamo le caratteristiche dei nostri avversari e quanto possono essere pericolosi negli spazi e quando possono ripartire. Ne terremo conto, ma abbiamo anche la nostra mentalità e il nostro modo di stare in campo”.

Concludendo, l’allenatore della Lazio si dice soddisfatto della vittoria con il Rosenborg: “La trasferta in Europa ci ha fatto bene – conclude -, la squadra sta bene. C’è la giusta miscela di determinazione e voglia di vincere la partita. Chi sara’ l’uomo derby? Lo possono essere tutti, l’importante è che sia un giocatore della Lazio. Parolo? E’ disponibile”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 220 volte