Nunzia Marciano: “il Napoli-pappice buca la rete di un’Udinese-noce”

marcianoLa giornalista Nunzia Marciano ha scritto per napolimagazione.com il seguente articolo analizzando la vittoria del Napoli contro l’ Udinese: “Disse il pappice alla noce: “Dammi il tempo che ti spertos'”. E il Napoli-pappice buca la rete di un’Udinese-noce. Chiariamo: il tempo ce lo ha messo, le occasioni non sono mancate, a soffrire s’è sofferto ma a vincere si gioisce! Napoli e napoletani avevano in sospeso un bel di caffè, quelli di campionato non offerti dopo la trasferta a Genova e che potranno offrire questo di lunedì, perché la domenica regala al Napoli una sofferta ma meritata vittoria. Nessuna vetta, vincono le altre, ma si sta lì in una bella e aperta classifica e tanto basta. Per ora. Dubbio assai l’arbitraggio di un Celi da facile fischietto, tranne se si trattava di rendere merito agli azzurri che contro le strisce nero-bianche degli avversari hanno lottato, insistito e alla fine l’hanno spuntata. Quota 200 per l’immenso Gonzalo portento di una squadra che non si risparmia mai e che merita tutte le vittorie a cui con gioia sta abituando i suoi tifosi. Merito di un onnipresente e onniattento Pepe-Peppino-mani-a-ventosa-para-tutto Reina. Un Napoli bello che gioca bene e arricrea chi nella scomoda ora tardo pomeridiana accorre ad applaudire al San Paolo il Napoli campione di Mister Sarri. Una vittoria baciata dal sole che in una domenica di inizio novembre ha regalato tante, tante soddisfazioni. E dunque, ricapitolando: il sole c’è stato, il Napoli ha vinto, Gonzalo ha gioito e domani è ancora un po’ domenica. In barba all’indecoro di chi offende la città più bella del Mondo. Perché di indecoroso qui c’è solo che in questa città ci venga pure chi non lo merita. Napoli e il Napoli, città e squadra, non sono per tutti, ma solo per chi le ama.”

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!