Palermo-Juventus 0-3: continua la rincorsa dei bianconeri

PALERMO – La Juventus sta arrivando e le prime della classe sono tutte avvisate: dall’Inter al Napoli, dalla Fiorentina alla Roma. Sì, perché i bianconeri conquistano al Barbera la quarta vittoria consecutiva in campionato, dimostrano di aver ritrovato la convinzione di essere forti e agguantano il quinto posto in classifica con la Roma (quarta) a sole tre lunghezza di distanza. 3-0 a un Palermo che non è riuscito mai a rientrare in partita una volta subito il gol di Mandzukic nel secondo tempo. Raddoppio poi di Sturaro e tris di Zaza all’ultimo secondo.

LA JUVE PRENDE CAMPO – 4-3-1-2 per Ballardini con Brugman schierato dietro le due punte, Vazquez e Gilardino. Struna e Lazaar fanno i terzini. In mezzo al campo Hiljemark, Jajalo e Chochev. Allegri si schiera col 3-5-2 optando per Cuadrado ed Evra esterni di centrocampo. A centrocampo con Marchisio e Pogba c’è ancora Sturaro. Attacco affidato a Mandzukic e Dybala. Il Palermo parte bene occupando diligentemente ogni zona del campo. Ma ben presto la Juventus prende il sopravvento soprattutto a centrocampo dove faticano Chochev e Jajalo, mentre l’ex Dybala sembra ispirato e immarcabile. A parte i tiri da lontano di Brugman e Hiljemark, e una mancata deviazione di Mandzukic, la prima vera palla-gol arriva solo al 23’ quando Chiellini colpisce di testa dopo un angolo spedendo la sfera sul fondo. Il Palermo si fa notare alla mezz’ora con Gilardino in area, ma l’attaccante non serve Vazquez concludendo invece male da posizione troppo defilata.

CHANCE BONUCCI E DYBALA – Al minuto 34 Juventus vicinissima al gol: angolo, Bonucci è incredibilmente libero ma di testa manda la palla sul fondo. Tre minuti dopo ottimo spunto di Sturaro sul fondo destro con cross in area: Dybala colpisce di testa in anticipo sul primo palo ma non trova la porta. Il primo tempo finisce con un tiro sull’esterno della rete di Cuadrado, una conclusione alta di controbalzo di Vazquez e un mischione in area siciliana con Sturaro murato dalla difesa.

MANDZUKIC DI FORZA – La Juventus passa in vantaggio al 9’ della ripresa: Dybala attacca a sinistra e crossa lungo sul secondo palo, Sorrentino non esce, Mandzukic sovrasta di testa Struna e insacca. Ballardini prova a cambiare qualcosa inserendo al posto di Hiljemark, Quaison che va a fare coppia in avanti con Gilardino mentre Vazquez fa il trequartista con Brugman che arretra a centrocampo. Ma i rosanero non cambiano ritmo e a questa velocità è favorita la Juventus che può controllare il vantaggio senza andare mai in affanno. Buffon farà lo spettatore non pagante fino all’ultimo minuto.

LA CHIUDONO STURARO E ZAZA – Arrivano altri cambi e se Ballardini rimpiazza Gilardino con Trajkovski, Allegri inserisce Morata al posto di Mandzukic e Lichtsteiner per Cuadrado. Il nuovo entrato dei rosanero tenta subito una spettacolare rovesciata ma manca l’impatto con la sfera. Intanto entra anche Zaza per Dybala. La Juventus con questi ritmi in campo vincerebbe comunque, ma nel finale esagera e ne fa altri due. Al 44’ Pogba premia un inserimento in area di Sturaro che col sinistro non sbaglia. All’ultimo secondo dei tre minuti di recupero c’è gloria anche per Zaza: Morata controlla in area, assist per l’ex Sassuolo che con un rasoterra sul primo palo trafigge Sorrentino.

Palermo-Juventus 0-3 (0-0).
Palermo (4-3-1-2):
Sorrentino 5,5, Struna 5 (29 st Rispoli sv), Goldaniga 6,5, Gonzalez 5,5, Lazaar 6, Hiljemark 5,5 (15′ st Quaison 5,5), Jajalo 5,5, Chochev 5, Brugman 5, Vazquez 6, Gilardino 5,5 (21′ st Trajkovski 5) (53 Alastra, 91 Colombi, 4 Andelkovic, 25 Maresca, 33 Daprelà, 34 El Kaoutari). All.: Ballardini 5.
Juventus (3-5-2): Buffon 6, Barzagli 6,5, Bonucci 6,5, Chiellini 6,5, Cuadrado 5,5 (23′ st Lichtsteiner 6), Sturaro 7, Marchisio 6,5, Pogba 6,5, Evra 6, Mandzukic 7 (21′ Morata 6), Dybala 7 (38′ st Zaza 6) (25 Neto, 34 Rubinho, 12 Alex Sandro, 20 Padoin, 24 Rugani, 40 Vitale). All.: Allegri 7.
Arbitro: Valeri di Roma.
Reti: nel st 9′ Manzukic, al 44′ Sturaro, al 48′ Zaza.
Angoli: 7 a 1 per la Juventus.
Recupero: 0′ e 3′.
Ammoniti: Pogba, Struna, Barzagli, Vazquez, Sturaro per gioco falloso.
Spettatori: 25.737 per un incasso di 645.241 euro.

Fonte: Repubblica

Commenti