Empoli-Sampdoria 1-1, Laurini risponde a Quagliarella

EMPOLI – Pareggiare solamente a otto minuti dalla fine e avere la sensazione di aver sprecato un’occasione. E’ il destino dell’Empoli, che per larghi brani di gara fa sbandare una Sampdoria disordinata e spaesata ma che deve accontentarsi di un 1-1 rimediato in extremis. Un punto arrivato in maniera quasi rocambolesca, grazie a un’incornata di un difensore come Laurini che di certo non brilla per la sua stazza e che firma così il suo primo gol in Serie A. Il girone di ritorno degli azzurri prosegue dunque senza vittorie (ultimo successo il 10 gennaio a Torino): il punto fa certamente comodo ai blucerchiati per mettere un altro mattoncino verso la salvezza, diventata l’obiettivo primario di una stagione disgraziata.

L’EMPOLI CREA, LA SAMP SEGNA –  Per affrontare gli azzurri, Montella mette in soffitta il 3-4-2-1, abbassando la posizione di Ricky Alvarez: l’argentino viene sacrificato da intermedio destro in un 3-5-2 che vede Cassano al fianco o subito alle spalle di un Quagliarella finalmente entrato in forma. Nell’Empoli c’è Croce sul centro-sinistra, è quella la corsia che gli azzurri prediligono per le loro offensive. Il primo brivido arriva a ridosso del quarto d’ora, con Viviano che respinge in maniera tutt’altro che impeccabile un destro fiacco di Paredes: Maccarone è il più lesto sul tap-in ma quando scarica per Pucciarelli viene fermato correttamente in offside. Il diagonale di Quagliarella è una risposta timida, l’Empoli vuole il vantaggio e lo sfiora per due volte nel giro di pochi secondi: Viviano è bravo con il piede sul tentativo di Saponara, poi ringrazia Maccarone che invece di ribadire in rete spedisce in curva. Il portiere rischia il disastro al 23′: Pucciarelli aggancia un lancio lungo dopo essere scattato tra Ranocchia e Cassani, uscita inspiegabile dell’ex Bologna, aggirato da una finta di corpo. Dopo essere stato perfetto, Pucciarelli sbaglia la cosa semplice: il tiro a porta vuota, anche se da venti metri. Il palo accoglie le preghiere di Viviano e la Samp punge con il suo uomo migliore. Quagliarella prima grazia Paredes, esponendolo a una figuraccia rubandogli palla in area ma sparando alto col mancino, e poi porta avanti i suoi. Protezione del pallone da maestro sull’assalto di un ingenuo Costa, girata che diventa letale anche grazie alla deviazione di Laurini.


RIMONTA LENTA – Giampaolo prova ad avere maggior peso in attacco in avvio di ripresa: fuori Maccarone che reagisce prima bene, dando la mano a tutti i compagni, e poi malissimo, scalciando le bottiglie poste a ridosso della panchina. Rabbia per il cambio o per le occasioni sprecate? L’impatto di Mchedlidze è efficace anche senza gol, il georgiano riesce ad allargare il fronte d’attacco e a fare a sportellate con Moisander, il migliore del terzetto arretrato doriano. Un lampo improvviso di Quagliarella potrebbe chiudere i conti: accelerazione senza palla sul lancio di Alvarez, destro sull’esterno della rete. La Sampdoria si ferma qui, a 20′ più recupero dalla fine. Mchedlidze è bravissimo nell’anticipo su Cassani quando Pucciarelli lo serve da destra ma il suo tocco in scivolata termina a lato, Christodoulopoulos rileva Dodò e si presenta con l’entrataccia che rimette gli azzurri in carreggiata. Fallo netto ai danni di Croce all’ingresso in area, Mario Rui va a calciare la punizione da destra: cross per Laurini sul palo lontano, Cassani si perde l’uomo e Ranocchia tiene in gioco tutti, il terzino insacca praticamente da dentro la porta. L’attenzione del guardalinee permette alla Sampdoria di non crollare, con due grandi chiamate sugli offside di Mchedlidze e Pucciarelli (pericoloso anche con una conclusione respinta), mentre Fabbri grazia prima De Silvestri e poi Costa dal secondo giallo. L’1-1 è un piccolo passo avanti in classifica per entrambe: l’Empoli, a quota 35, diventa virtualmente irraggiungibile vista anche la mole di squadre coinvolte, mentre la Sampdoria ha bisogno di un ultimo colpo di reni per evitare guai.

EMPOLI-SAMPDORIA 1-1 (0-1)
Empoli (4-3-1-2): Skorupski 6; Laurini 6.5, Ariaudo 5.5 (16′ st Bittante 6), Costa 5, Mario Rui 6.5; Zielinski 6, Paredes 5.5 (34′ st Livaja 6), Croce 6; Saponara 6; Pucciarelli 6.5, Maccarone 5.5 (11′ st Mchedlidze 6.5). (Pelagotti, Pugliesi, Camporese, Zambelli, Buchel, Diousse, Maiello, Krunic, Piu). All.: Giampaolo
Sampdoria (3-5-2): Viviano 5.5; Cassani 5, Ranocchia 5.5, Moisander 6; De Silvestri 5.5, Alvarez 5.5, Fernando 6, Soriano 6, Dodò 6 (33′ st Christodoulopoulos 5.5); Cassano 6 (20′ st Correa 5.5), Quagliarella 7 (45′ st Barreto sv). (Brignoli, Puggioni, Diakitè, Pereira, Silvestre, Ivan, Krsticic, Muriel, Rodriguez). All.: Montella
Arbitro: Fabbri
Reti: 41′ pt Quagliarella, 37′ st Laurini
Ammoniti: Costa, Mario Rui, De Silvestri, Alvarez, Christodoulopoulos
Recupero: 0 e 4′

serie A

empoli calcio
sampdoria
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 367 volte