Lazio, Pioli guadagna tempo; nuovo appello nel derby

Lazio, Pioli guadagna tempo; nuovo appello nel derbyStefano Pioli (agf) ROMA – Con il pareggio di San Siro, salvo ripensamenti o colpi di scena, Pioli si regala il suo quarto derby in carriera. Non era così scontato (e comunque non lo è al 100% nemmeno adesso), perché l’allenatore della Lazio è finito sotto esame dopo la figuraccia contro lo Sparta Praga in Europa League. La società era sul punto di esonerarlo già in quel post-partita, ma si è presa dei giorni per riflettere e parlarne insieme a lui.

PIOLI, MENTE AL DERBY: “È LA PARTITA” – Si è deciso, insomma, di aspettare la partita contro il Milan, per capire se effettivamente ci fossero i presupposti per arrivare insieme almeno fino al termine della stagione. Se la squadra fosse ancora con il tecnico o no. La prestazione sfoderata in casa del Milan sembra rispondere affermativamente al quesito, così almeno per ora si andrà avanti con Pioli. Lui, il tecnico, adesso è già proiettato alla prossima partita, il derby con la Roma. “La partita”, come l’ha definita nell’immediato post-gara di Milano: “Vogliamo finire nel modo migliore una stagione che ci auguravamo diversa. Il derby è la partita, dobbiamo prepararla al meglio. Serve un risultato importante per dare soddisfazione a noi stessi e all’ambiente. L’augurio che mi faccio è di recuperare qualche infortunato, la squalifica di Lulic complica le cose. Spero di ritrovare qualcuno durante la sosta, ma prepareremo la partita nel miglior modo possibile. Sappiamo che le pause sono un po’ particolari per noi, soprattutto adesso perché abbiamo degli infortunati e perderemo tanti Nazionali. La prossima settimana lavoreremo a ranghi ridotti, quella dopo spero che tornino tutti integri per poter lavorare col gruppo al completo”. 

IL VIDEO DI MILAN-LAZIO

TREND NEGATIVO DOPO LA SOSTA – La sosta, in effetti, non è che porti molto bene alla squadra di Pioli. Dal punto di vista degli infortuni, in questa stagione si sono fermati negli impegni con le rispettive nazionali già Biglia con l’Argentina (33 giorni ai box) e, soprattutto De Vrij con l’Olanda (stagione finita) nella sosta di settembre, Parolo con gli Azzurri in quella di ottobre (27 giorni) e Onazi con la sua Nigeria a novembre (24 giorni). Ruolino di marcia negativo anche dal punto di vista dei risultati: nei 4 precedenti in questa stagione la Lazio ha vinto solo il 13 settembre, 2-0 in casa con l’Udinese. Per il resto sono arrivate una sconfitta (18 ottobre, 2-1 a Reggio Emilia contro il Sassuolo) e due pareggi casalinghi contro Palermo (1-1 il 22 novembre) e Carpi (0-0 il 6 gennaio). La media è di 1,25 punti a partita, trend dimezzato rispetto a quella di 2,4 registrata nella prima stagione di Pioli sulla panchina della Lazio: la stagione scorsa, infatti, in 5 gare post-sosta sono arrivate 4 vittorie (contro Cesena a settembre, Fiorentina a ottobre, Sampdoria a gennaio e Cagliari ad aprile) e una sola sconfitta, ma contro la Juventus: 0-3 all’Olimpico il 22 novembre.

LA PRECISAZIONE DI ONAZI – Intanto, a proposito del video in cui lo si vede litigare con tifoso dopo la gara persa contro lo Sparta Praga, il centrocampista biancoceleste Eddy Onazi precisa che la persona che appare nel video non è la stessa che gli ha rivolto insulti razzisti. Il giocatore nigeriano con un tweet precisa l’accaduto.

  ss lazio

serie A
Protagonisti:
Stefano Pioli

Fonte: Repubblica

Commenti