Sarri: dobbiamo insistere. Reina convocato, ma deciderà lui se giocare

“Noi dobbiamo insistere nonostante giochiamo ormai da sei partite con un macigno sulla testa, perché la Juventus gioca sempre prima di noi”. Lo ha detto Maurizio Sarri alla vigilia della sfida contro l’Udinese. Sarri, riferendosi ancora al fatto che la Juve gioca prima del Napoli, ha aggiunto: “E’ un peso che potrebbe minare la fiducia di una squadra anche se per fortuna la nostra è salda. Anzi siamo quasi affezionati a questa situazione”.

“Stiamo bene dal punto di vista mentale e fisico. L’unica difficoltà è che abbiamo davanti una squadra fenomenale e, dietro, un’altra che negli ultimi due mesi ha fatto cose eccezionali”. Ha proseguito l’allenatore del Napoli commentando la situazione di classifica del club azzurro rispetto alla Juve e alla Roma. “Noi però – ha spiegato Sarri – abbiamo dimostrato di sapere reagire bene a ogni tipo di pressione”. Sul calendario, che vedrà la Juve giocare in casa cinque delle ultime otto partite, Sarri ha detto: “I bianconeri su venti partite hanno fatto 58 punti, giocare in casa o fuori per loro è uguale. Ma di solito le più grandi stupidaggini si fanno in casa…”. Poi una battuta sulla formazione: “Reina oggi ha svolto buona parte dell’allenamento, parte con noi ma se gioca o meno dipende quasi esclusivamente dalle sensazioni che avrà domani. Reina è importante per la squadra in campo e fuori, lo sappiamo. Ma se non gioca abbiamo Gabriel, un portiere che ha vinto la serie B e poi c’è Rafael, che ha vinto la Libertadores. Higuain? L’ho visto bene dal punto di vista mentale e dell’umore, questo mi da’ sensazioni positive”.
I complimenti di Berlusconi – Silvio Berlusconi fa il suo in bocca al lupo al Napoli “che sta facendo un campionato eccezionale”, ma avverte che “per gustare lo spettacolo della squadra occorre un nuovo stadio adatto al calcio”. Parlando in collegamento audio con una manifestazione elettorale Berlusconi ha detto: “In bocca al lupo al Napoli per il campionato eccezionale che sta facendo. Peccato però che lo stadio San Paolo non permetta di gustare lo spettacolo come meriterebbe per la presenza di pista di atletica. Ci vorrebbe – ha aggiunto – uno stadio fatto per il calcio come San Siro”.Fonte: SkySport

Commenti