Juventus, Dybala resta in dubbio: Allegri non vuole correre rischi

Juventus, Dybala resta in dubbio: Allegri non vuole correre rischiPaulo Dybala (agf) TORINO – Verso il Milan, tra dubbi (Dybala e Khedira) e certezze (Bonucci e Sandro). A 72 ore dal big match al Meazza rossonero, il nodo principale che la Juventus è chiamata a sciogliere è legato alle condizioni fisiche di Dybala. Anche oggi la “Joya” ha lavorato a parte, mentre i suoi compagni svolgevano una seduta tattica sotto lo sguardo degli alti comandi bianconeri: il vicepresidente Nedved, l’ad Marotta e il ds Paratici. L’argentino vorrebbe bissare la rete da tre punti segnata al Milan all’andata – imitando quanto fatto l’anno scorso dal suo connazionale Tevez, in gol sia al Meazza che allo Stadium -, ma non ha ancora completamente smaltito la leggera lesione al bicipite femorale accusata contro il Torino. Domani è il giorno della verità: se Dybala non rientrerà in gruppo, il suo recupero slitterà con tutta probabilità all’impegno successivo, Juve-Palermo, la sfida del 17 aprile contro il suo recente passato rosanero. L’unica certezza, al momento, è che non verranno corsi nuovi rischi.

L’altro dubbio di Allegri, pure lui atteso da una sfida contro il suo passato (rossonero), con una certa voglia di prendersi un’altra rivincita su quel Milan che lo ha silurato nel gennaio 2014, risponde al nome di Khedira. Il centrocampista tedesco conoscerà soltanto venerdì l’esito del ricorso presentato dal club bianconero per dimezzargli le due giornate di squalifica, nella speranza che possa affrontare la squadra di Mihajlovic. La sua presenza è fondamentale a livello tattico ma anche… scaramantico: con Khedira in campo, infatti, la Juve non ha mai perso (a Monaco di Baviera uscì al 68′, sullo 0-2 per i bianconeri).

Sono invece sicuri i rientri di Bonucci e Sandro (squalifica scontata). L’azzurro andrà a puntellare una difesa che, senza Chiellini (20 giorni ai box), verrà giocoforza completata da Bonucci e Rugani. Il brasiliano darà invece un turno di riposo a Evra sulla corsia sinistra, mentre a destra agirà uno tra Lichtsteiner e Cuadrado. Al centro del probabile 3-5-2, se verrà confermato lo stop a Khedira, ci sarà il trio Sturaro-Marchisio-Pogba, mentre l’attacco, a meno di un complicato recupero last minute di Dybala, verrà affidato al tandem Morata-Mandzukic, con Zaza di scorta.

serie A

juventus
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti