Lippi si allontana dal Milan, è più vicino all’azzurro

E’ sempre appeso all’imminente decisione di Silvio Berlusconi l’ingresso nella fase più importante della trattativa tra Fininvest e il consorzio cinese per la cessione delle quote di maggioranza del Milan: il sì o il no al patto di esclusiva, periodo cruciale per portare l’operazione in dirittura d’arrivo entro giugno. Intanto, però, il tempo passa inesorabile e uno tra i principali obiettivi tecnici dell’eventuale nuovo corso asiatico milanista,l’ex ct della Nazionale italiana Marcello Lippi già eroe del calcio cinese alla guida del Guangzhou Evergrande, rischia di sfuggire agli acquirenti potenziali, tra i quali figurerebbe (inizialmente coperto) anche Jack Ma, il re dell’e-commerce cinese comproprietario del Guangzhou.

La Figc ha infatti segnato un punto a proprio favore, nell’opzione sul futuro lavorativo dell’ex commissario tecnico: il presidente federale Tavecchio medita di offrire a Lippi un ruolo di primo piano nel dopo Conte. E al campione del mondo di Berlino la prospettiva non dispiace affatto. I contorni del ruolo in questione, che non sarebbe comunque sul campo, sono ancora sfumati e dipendono dalla scelta del successore di Conte dopo l’Europeo. Se si tratterà di un giovane, è possibile che venga proposta a Lippi la supervisione tecnica: in pratica dovrebbe fare il dt, coinvolto direttamente nella scelta dei giocatori e nelle strategie tattiche. Se invece Tavecchio vorrà un allenatore esperto, è verosimile che prospetti a Lippi un ruolo dirigenziale, di coordinamento tecnico del settore.

La scelta del nuovo ct non potrà essere rinviata a lungo: l’Europeo incombe – il 18 maggio è previsto lo stage degli azzurri a Coverciano, il 24 comincerà il ritiro – e ragioni di opportunità suggeriscono che il nome esca non più tardi del giorno successivo alla finale di Coppa Italia del 21 maggio a Roma tra Juventus e Milan. Tra i giovani, per ora, i candidati sono il ct dell’Under 21 Di Biagio, Cannavaro e Del Piero. La rosa dei più esperti è per il momento composta da Montella, Donadoni, De Biasi, Ventura e Gasperini. Ma Tavecchio aspetta l’esito del mercato degli allenatori per la prossima stagione, cioè la fine del campionato, prima di sciogliere il dubbio. E intanto gioca d’anticipo sulla concorrenza cinese, per prenotare il ritorno di Lippi a Coverciano.

repubblica.it

Commenti