Fascetti: “Sarri-De Laurentiis, situazione poco chiara. Mancini? Gli viene perdonato quasi tutto…”

L’ex allenatore Eugenio Fascetti, attualmente opinionista televisivo, è intervenuto in esclusiva su Europacalcio.it, affrontando svariati temi.

Di seguito, ecco quanto affermato dall’allenatore:

Mister, chi vede favorito nella corsa al secondo posto tra Napoli  e Roma?

A mio avviso il Napoli, che ha due punti di vantaggio e sono tanti”.

Il fatto di giocare prima o dopo può essere un vantaggio secondo lei?

E’ una cosa che hanno accettato e non si possono lamentare”.

Come spiega la metamorfosi in negativo del Milan. Sono alcune stagioni che i rossoneri non riescono più a ritrovarsi.

Certamente può influire l’alta pressione che c’è sui giocatori, sull’allenatore. Ogni partita può essere un dramma. Abbassare i toni subito sarebbe la cosa migliore”.

Come vede l’ingresso di questi nuovi soci?

In genere le grandi squadre sono tutte in mano agli stranieri. In Italia abbiamo già la Roma e l’Inter. E’ il calcio che va avanti. Di certo vedere alcune partite senza italiani è triste”.

Come giudica questo campionato dell’Inter. Ieri altra prestazione negativa.

Dire che l’Inter abbia fatto un campionato positivo mi sembra assurdo”.

Il futuro di Mancini sarà ancora nerazzurro?

“Non lo so. Credo che abbia un contratto, gli viene perdonato quasi tutto. Bisogna essere bravi anche fuori dal campo”.

La Juve è destinata a vincere anche per i prossimi anni?

Credo di si”.

Chi può insidiarla?

“La Roma, il Napoli. I partenopei quest’anno hanno disputato un ottimo campionato. Con qualche rinforzo in più il prossimo anno può essere ancora più forte”.

Contratto Sarri. Ci sarebbe una famosa clausola da esercitare entro fine aprile. Ora siamo a maggio, dobbiamo aspettarci qualche sorpresa?

“Discutere Sarri è assurdo. Se poi tra allenatore e presidente non c’è buon sangue è meglio separarsi. Sembra che non sia una situazione chiara”.

Commenti