Avellino Calcio – Mercato, tris di priorità: il punto sull’allestimento dei reparti

Oculate e funzionali. Sono le scelte di mercato dell’Avellino che lavora a ritmi serrati per assicurare i giusti tasselli al 3-4-3 di Domenico Toscano. Tanti i nomi sul taccuino, dei quali man mano si farà una cernita in base al prezzo fissato e all’effettiva utilità per la causa.

Tre le priorità al momento, dopo che la società biancoverde ha rinfoltito le fila dei vari reparti con gli arrivi ufficiosi dei vari Camarà, Omeonga, Gatto, Donkor, Asmah e Belloni. Massimiliano Taccone ed Enzo De Vito stanno sondando il terreno per un portiere, un difensore mancino ed un attaccante esterno.

Per i pali, possono considerarsi tramontate le piste Audero con la Juve e Radu con l’Inter. Si sta guardando pertanto altrove per affiancare un giovane portiere di qualità a Frattali che, stando alle intenzioni di Toscano, non sarà più titolarissimo. Se, oltre a Bianco, dovesse partire anche Offredi, allora si provvederà all’ingaggio di un ulteriore estremo difensore.

Capitolo difesa. Si giocherà a tre con due coppie già definite: Biraschi-Donkor per il centrodestra e Migliorini-Jidayi al centro. L’Avellino va a caccia di due difensori mancini, uno dei quali dovrà essere in grado anche di alternarsi con Asmah sull’esterno di centrocampo dello stesso versante.

In tal senso, l’identikit tracciato è quello di Pol Garcia Tena che può interpretare entrambi i ruoli e per di più a Crotone nell’ultima stagione è stato impiegato stabilmente sul centrodestra difensivo nonostante sia un mancino puro. Il secondo della coppia mancina di difesa potrebbe essere il classe ’98 della Roma Marchizza.

A centrocampo, Taccone junior e De Vito possono agire con relativa calma poiché centralmente le coppie sono già allestite, vale a dire Paghera-Omeonga e Arini-D’Angelo. Sull’esterno destro Gavazzi sarà affiancato da Belloni tornando a ricoprire il ruolo che lo ha consacrato al Vicenza prima e alla Sampdoria poi.

Sul versante opposto vale il discorso di un profilo del tipo di Garcia Tena da abbinare al ghanese Asmah con Visconti e Giron sul piede di partenza.

La terza priorità riguarda le corsie dell’attacco dove l’Avellino, sprovvisto di attaccanti esterni, è intervenuto assicurandosi Camarà e Gatto. Riflettori puntati verso Salerno su Donnarumma e verso Crotone, dove Stoian sarebbe stato individuato come interprete perfetto dei movimenti offensivi del 3-4-3 sotto l’insegna di Ivan Juric in Calabria.

Nei piani biancoverdi ci sarebbe l’acquisto di un esterno offensivo nel breve-medio periodo con la possibilità di valutare la funzionalità di Soumarè nelle prime battute del pre-campionato. Castaldo e Mokulu confermati centralmente, di conseguenza, salvo clamorosi addii, non si ballerà sulle prime punte.

irpinianews

Commenti