Pietro Della Monica: “Credo che Insigne resti fuori dal primo minuto, ma mi aspetto che possa subentrare”

A Radio Crc nel corso di “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Franco Della Monica, procuratore di Insigne

“L’Italia è un gruppo equilibrato, non c’è grande differenza tra un giocatore e l’altro. Stasera non credo che l’Italia abbia grandi problemi, a patto che la squadra continui ad avere la solita corsa e intensità.

Insigne credo resti fuori dal primo minuto, ma mi aspetto che possa subentrare. Conte sono certo che gli darà la soddisfazione di essere protagonista, poi toccherà al ragazzo dimostrare il suo valore.

Ho sentito Insigne solo attraverso alcuni messaggi, è felice perché fa parte di un gruppo in cui c’è molto entusiasmo. Spera di giocare perché crede di poter dare tanto alla Nazionale.

Roberto Insigne ha fatto molto bene in serie B e ci sono tante società che vorrebbero prenderlo in categoria, ma c’è anche qualche abboccamento in serie A. Stiamo valutando la situazione perché il Napoli vorrebbe vederlo in ritiro per valutarlo a 360°. Potrebbe quindi essere a Dimaro, Giuntoli stima molto Roberto e vorrebbe che Sarri lo valutasse al meglio

Se dipendesse da noi, il futuro di Lorenzo Insigne sarebbe a Napoli con una percentuale più alta del 100%”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti