Il Belgio vola ai quarti, Ungheria travolta 4-0

UNGHERIA-BELGIO 0-4
10’ Alderweireld, 78′ Batshuayi, 80′ Hazard, 91′ Carrasco

La cronaca del match

Alderweireld, Batshuayi, Carrasco e soprattutto Hazard trascinano il Belgio ai quarti di finale. A Tolosa l’Ungheria cede 4-0. Decidono il difensore del Tottenham, l’attaccante del Marsiglia, l’esterno dell’Atletico e il trequartista del Chelsea. Quattro gol che portano a 5 la striscia di successi consecutivi del Belgio sugli ungheresi, ma soprattutto un posto nei quarti contro il Galles venerdì prossimo a Lille.

Wilmots sceglie Mertens al posto di Carrasco sulla destra e l’esterno del Napoli non ha deluso le attese, con un obiettivo del club azzurro a guardargli le spalle dietro: Munier. Come da previsione è il Belgio a fare la partita. Con De Bruyne ed Hazard autentici faro del gioco. Non a caso l’azione del primo gol parte proprio dai piedi del trequartista del City che al 10’ è bravo a trovare la testa di Alderweireld che non lascia scampo a Kiraly. Il portiere ungherese sarà uno dei grandi protagonisti del match risultando decisivo su una traversa colpita da De Bruyne su punizione, Mertens ed Hazard poi.

L’Ungheria soffre, ma la nazionale di Storck è brava a non mollare rendendosi pericolosa con un paio conclusioni da fuori di Dzsudzsak. Anche se l’occasione più chiara capita sui piedi di Pinter, con un prodigioso Courtois a dire di no. La partita resta in bilico fino alla fine al 78’ quando Hazard decide di chiuderla. Il fuoriclasse del Chelsea serve prima l’uomo mercato Batshuayi (al terzo centro in sei partite con il Belgio), per la rete del momentaneo 2-0, per fare poi tutto da solo per il gol che chiude ogni discorso qualificazione. Nel recupero c’è gloria anche per Carrasco. Il Belgio vola ai quarti senza Vermalen, squalificato, ma con un Hazard incontenibile: il Galles è avvisato.

Fonte: Sky

Commenti