Schweinsteiger, addio alla nazionale tedesca

Prosegue il ricambio generazionale nella Nazionale di calcio tedesca. Tocca a Bastian Schweinsteiger annunciare l’addio, con una lettera sul proprio profilo Twitter.

Il 32enne lascia dopo 120 presenze e 25 reti, anche se non è stato protagonista di un Europeo all’altezza della sua fama. In panchina nella fase iniziale della rassegna, di lui si ricordano il penalty fallito nella serie dal dischetto con l’Italia, e il fallo di mano che ha provocato rigore con la Francia. L’ormai ex capitano ha annunciato di aver chiesto al ct Loew, di non convocarlo più. Il centrocampista del Manchester United ha scritto che: “Dispiace non aver chiuso con una vittoria ad Euro 2016, ma con il Mondiale in Brasile ho raggiunto un obiettivo storico ed emozionale che non potrà essere ripetuto. Di conseguenza, è ora per me corretto augurare alla Nazionale il meglio per le qualificazioni a Russia 2018”.

Dopo l’eliminazione dall’Europeo subita dalla Francia in semifinale, lo scorso 12 luglio Schweinsteiger si è sposato a Venezia con la tennista serba Ana Ivanovic.

Fonte: Sky

Commenti